venerdì 1 settembre 2017

COME FARE IL TUO LATTE VEGETALE FATTO IN CASA CON FRULLATORE O ESTRATTORE






Il latte vegetale ormai si trova tranquillamente anche nella grande distribuzione, ma imparando a farlo da voi risparmierete somme importanti di denaro, oltre ad avere un controllo sugli ingredienti, e tanta soddisfazione.

Parlare di latte forse è fuorviante, non a caso viene sempre indicato come "bevanda di..", ma continueremo, per comodità, a chiamarlo latte. Esistono tante possibili estrazioni per produrre il vostro latte vegetale.

Il latte vegetale può derivare dai cereali, dai legumi, dalle noci e dai semi:

CEREALI
      Latte di avena
      Latte di  kamut
      Latte di orzo
      Latte di riso

 LEGUMI
     Latte di Lupini
     Latte di arachidi
     Latte di soia

 NOCI
     Latte di mandorla
     Latte di anacardo
     Latte di cocco
     Latte di nocciola

 SEMI
     Latte di canapa
     Latte di quinoa
     Latte di semi di sesamo
     Latte di semi di girasole

Questi sono davvero solo alcuni esempi, Itziar Bartolome Aranburuzabala nel suo libro Latte vegetale fatto in casa ci parla anche di latte Alpiste, con  Amaranto, Castagne, Chufa, Farro, Grano duro, Grano saraceno, Lino, Miglio
Nocciola, Noci, Pistacchio, Sacha inchi, Segale, Semi di Zucca



Ognuno di loro ha proprietà importanti e caratteristiche ben precise. Diviene importante imparare a conoscerle e sopratutto variare, adattando questa bevanda alle nostre esigenze.iI latte di mandorle, ad esempio non va consumato più di un bicchiere al giorno, è molto calorico, e se consumato troppo a lungo può dare infiammazioni.

Come per qualsiasi alimento due sono gli aspetti principali da considerare:

- Conoscere le caratteristiche, proprietà e controindicazioni dell'alimento

- Individualità (per me va bene?). Il fatto che faccia bene a tanti, non è detto che valga per me, magari risulta a me risulta difficile da digerire (in questo caso si abbassa il fuoco digestivo e si creano a cascata tanti problemi di salute).


Strumenti necessari per fare il latte vegetale in casa

Esistono due valide alternative:

-    con il frullatore ( usare il frullatore nel caso in cui ne abbiate uno potente che sia in grado di polverizzare al meglio il tutto). Potete utilizzare anche questo
Serve quindi un frullatore ad immersione e consigliato un contenitore con filtro come il Chufamix, utensile composto di recipiente, bicchiere filtro, e mortaio, utile per spremere semi, frutta secca, cereali ed erbe. Funziona con qualunque frullatore elettrico ad immersione e permette di usare la materia prima che vogliamo.

-    con l’estrattore Sempre più presente nelle case, l'estrattore può fornirci ottime bevande vegetali in estrema facilità.

Esistono di varie dimensioni, caratteristiche e prezzi, potete consultare una vasta gamma qui.

Con frullatore o estrattore i procedimenti sono simili (l'estrattore risulterà più veloce ed immediato), per frutta secca, semi serve un primo ammollo ed eventuale decorticatura. Per il mais va precotto (non comprate quello già confezionato perchè troppo salato). Se avete una centrifuga (o un estrattore poco potente) inserite prima il minipimer nella brocca e fate andare per 30 o 40 secondi, sminuzzando tutto, e poi processate con la centrifuga.

Per una vasta gamma di ricette consigliamo lettura di:


Il tuo Latte Vegetale Fatto in Casa

Troverai idee semplici e originali non solo per produrre il tuo latte vegetale, ma anche yogurt, frullati, succhi e formaggi veg.

Per dolcificare

Le alternative variano a seconda dei gusti e esigenze dietetiche:

 a) zucchero di canna b) sciroppi naturali o melasse ecologiche (agave, miele di palma, sciroppo d’acero, riso, ecc. c) Miele d) Stevia in foglie (soltanto quando usate acqua calda) e) datteri f) altro a piacere


Per arricchire il sapore

Si possono inserire tantissimi ingredienti naturali, magari a seconda dello stato di salute o della stagione:

- scorza di limone ( circa 1/8) o di arancia (circa 1/5)
- cannella( attenzione alle contraffazione e che sia vera cannella)
- essenza di vaniglia o zucchero vanigliato
- cacao in polvere (un cucchiaio) o carruba
- menta fresca (2 o 3 foglie)
- curcuma, zenzero
- altre radici e spezie...

Tra le erbe medicinali puoi aggiungere ad esempio:

- ortica
- rosmarino
- tè rooibos
- alga

Addensanti biologici

Come addensanti possono essere usati gli oli vegetali quali olio di sesamo (utilissimo per Vata, durante la menopausa...) di cocco, di girasole.

Frullati vegetali

Soprattutto se usate l'estrattore o sistemi d'estrazione come il contenitore Chufamix potete inserire nella vostra bevanda ogni tipo di verdura o frutta: dai frutti di bosco, banane, fichi, ananas, spinaci, borragine, carote...

Per molti il latte vegetale è una scelta di vita, per altre persone una necessità, vista l'intolleranza al latte vaccino. Non importa il motivo che vi spinge o ha spinto al suo utilizzo, importante è conoscere perchè e quando il latte di mucca può fare male, come sapere la verità sul latte di soia., ed informarsi sulle controindicazioni di ogni alimento assunto, non facendolo diventare religione dietetica.


Alcune ricette di latte vegetale

Latte di mais fatto in casa

Una bevanda a base di mais cereale ricco di carboidrati complessi, per una fonte di zuccheri, proteine e calcio . Questa preparazione risulta un’alternativa valida e ricca alle più tradizionali bevande per la colazione, per fornire al nostro cervello l’energia di cui ha bisogno per la concentrazione di tutta la giornata.
Fonte: Siliprandi N, Tettamanti G. (2005). Biochimica medica: strutturale, metabolica e funzionale. (3a ed.).Padova: Piccin.

Preparazione

• Cuocere il mais al vapore (non utilizzare quello precotto in scatola, in quanto troppo salato).
• Inserire nell’estrattore simil Imetec Succo Vivo il filtro a maglia sottile, che è ideale per ottenere un latte liquido e vellutato.
• Chiudere il beccuccio a chiusura ermetica per miscelare meglio gli ingredienti.
• Avviare l’estrattore e introdurre gli ingredienti alternandoli.
• Servire il latte ben freddo e decorare a piacere.

Latte di canapa e mangofatto in casa

Proprietà e caratteristiche:

Dalla dolcezza del mango e dalla genuinità dei semi di canapa nasce questo squisito drink vegetale, ricco di vitamina A, vitamina C e acidi grassi essenziali. Oltre a proteggere la salute del cuore grazie alla presenza degli omega 3 e degli omega 6, questa bevande può rivelarsi anche un valido supporto per l'intestino in caso di stitichezza.

Ingredienti:

    1 litro di acqua 100 grammi di semi di canapa interi (non sgusciati)
    25gr di mango essiccato
    1 cucchiaino di sciroppo d'agave
    un pizzico di sale

Preparazione:

    Mettere a bagno i semi interi di canapa per almeno 2 ore, meglio ancora se per tutta la notte
    Il mattino seguente rimuovere l’acqua d’ammollo
    Mettere 0,5 l di acqua* nel contenitore ChufaMix
    Montare il filtro di vetro e mettere nel bicchiere la canapa ed il mango a pezzetti; lasciarli immersi per 15 minuti
    Mescolare il tutto per circa un minuto, usando un frullatore o un mixer a immersione. Se i semi di canapa non si rompono è necessario impostare il frullatore sulla velocità “turbo”
    Aggiungere altri 0,5 l di acqua e frullare per altri 30 secondi circa
    Estrarre il filtro fuori dall’acqua, spostarlo con un cucchiaio di legno o una spatola con pazienza fino a vedere chiaramente la polpa
    Inserire il pestello ChufaMix lentamente e schiacciare fino a spremere le ultime gocce di succo

*La canapa è un seme molto piccolo, pertanto è necessario preparare questa bevanda con mezzo litro di acqua (2 tazze) per spremere meglio i semi. Dopo aver terminato il processo di miscelazione è necessario aggiungere più acqua.

Latte di nocciole fatto in casa
Il latte vegetale di nocciole fatto in casa è ricco di materie azotate (numerosi sono gli aminoacidi essenziali presenti), di vitamine A e B e di sali minerali ed é particolarmente raccomandato ai bambini perché ha un buon sapore che può essere reso più dolce dall’aggiunta di datteri. Molto nutriente ed energetico, è ricco di preziosissimi acidi grassi insaturi (omega 3).

Ingredienti

- nocciole non tostate 200 gr
- acqua 750 - 1.000 ml
   (a seconda della diluizione)

Lascia in ammollo i semi di canapa decorticati per  almeno un ora. Nel caso di semi integrali, il tempo  richiesto sarà di 12/24 ore. Trascorso il tempo di ammollo, inserisci i semi con i  300 ml di acqua nell’ estrattore di succo. Effettua una seconda estrazione a partire dagli avanzi, reidratando gli scarti con un pò di latte ottenuto dalla prima estrazione.

Latte di riso fatto in casa

Proprietà e caratteristiche:

Il latte di riso contiene una buona percentuale di carboidrati e di fibre ed è particolarmente indicato per chi ha problemi di digestione. Rispetto ad altre bavande vegetali si caratterizza infatti per un'elevata digeribilità ed anche per un ridotto apporto di calorie. Può essere consumato anche da neonati, donne ingravidanza e da chi ha problemi di gastrite.

Ingredienti:

    1 litro d’acqua calda (60-80°)
    100 grammi di riso crudo* (lasciare in ammollo per tutta la notte )
    10 ml di succo d’agave (dolcificante)
    un poco di buccia di limone o lime
    un pizzico di cannella
    un pizzico di sale

*riso crudo: lo si può scegliere indifferentemente bianco, integrale, thai, basmati ecc.

Preparazione:

    Riempire il contenitore ChufaMix con 0,5 litro di acqua*
    Versare nel Chufamix gli ingredienti (e il dolcificante, se lo si desidera).
    Mescolare il tutto per circa un minuto, usando un frullatore o un mixer a immersione. Se i semi di riso non si rompono è necessario impostare il frullatore sulla velocità “turbo”
    Aggiungere altri 0,5 l di acqua e frullare per altri 30 secondi circa
    Estrarre il filtro fuori dall’acqua e spostalo con un cucchiaio di legno o una spatola fino a visualizzare la polpa
    Inserire il pestello ChufaMix lentamente e schiacciare fino a spremere le ultime gocce della polpa di riso

*Il riso è un seme molto piccolo pertanto è necessario preparare questa bevanda con mezzo litro di acqua (2 tazze) per spremere meglio i semi. Dopo aver terminato il processo di miscelazione è necessario aggiungere più acqua.

Questo latte si può bere subito o conservare per alcuni giorni in frigorifero


Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...