mercoledì 16 agosto 2017

COME FARE UNA SPUGNA PER PIATTI FATTA IN CASA, ADDIO AI BATTERI PATOGENI



Spugne nel micronde: I patogeni rimangono in vita potenziati.
Una soluzione low cost, per risolvere la questione spugne.



Le spugne, si sa, sono il ricettacolo di batteri, e quanto dimostrano alcune ricerche, anche metterle nel forno a microonde non si risolve molto, si possono eliminare i batteri più deboli, ma quelli patogeni resistono, anzi si potenziano. Team di ricerca hanno identificato ben 362 specie di batteri differenti, e per rimanere in ambito di numeri 82 miliardi di batteri vivevano in un solo cm cubo!

"Questa è la stessa densità di batteri che si possono trovare nei campioni di sangue umano', ha detto il dottor Egert. 'Non esistono probabilmente altri luoghi sulla terra con densità batteriche così elevata.


Tutto vero però dobbiamo imparare che trattamento termico intorno ai 75°  distrugge tutte le forme vive dei batteri nocivi alla salute, e per le spore che eventualmente possono creare un guscio protettivo rimanendo in uno stato di “non vita” anche per diversi anni, temperature a 120°,  per tempi prolungati, possono neutralizzarle.

Quindi cosa fare?

1. Rimuovete i residui di cibo eventualmente rimasti e lavate attentamente la spugna dopo ogni lavaggio
2. Cambiare ogni due giorni la spugna
3. Procedere alla bollitura della spugna in pentola pressione per 15 minuti
4. Procedere al lavaggio con disinfettante
5. Asciugare bene al sole ed utilizzare

Sicuramente la bollitura in pentola a pressione non può essere prevista per spugne  commerciali, quindi come fare?


Il minimalismo e lo stop ai rifiuti, con il riciclo creativo ci vengono in soccorso.
Semplici spugnette con vecchi asciugamani, vi permetteranno di avere un ricambio quasi quotidiano. Procurandovi 10 spugnette, a fine settimana, potete bollire le prime 5 e procedere al lavaggio insieme ad asciughini ed asciugamani.


Fonte immagine

Ricavare le spugnette, tagliando il vecchio asciugamano, della forma desiderata. Raddoppiare e cucire. La forma circolare è più rapida da rifinire con il punto sopraggitto (overlock), che cuce e rifinisce insieme.

Fonte: lecobottega

Se volete rendere più abrasiva una parte e volete cimentarvi con qualche punto di maglia alta all'uncinetto in filo di Juta, potete creare queste simpatiche presine ed applicarle ad un lato della vostra spugna, per il procedimento completo leggi qui.

Come lavare le vostre spugne


1. Bollitura il pentola a pressione per minimo 10 minuti (consigliato 15)
2. Caricare la lavatrice con strofinacci, asciugamani e spugne, lavaggio a 90°

Per prolungare il tempo tra un lavaggio e l’altro, si possono immergere gli strofinacci della cucina in una soluzione di candeggina diluita (due cucchiaini di candeggina per litro d'acqua), lasciarli a bagno per qualche minuto e poi mettere ad asciugare. Per evitare la candeggina potreste invece utilizzare alcuni disinfettanti naturali, potete scoprire quali sono i più efficaci qui.


Se il minimalismo non è il vostro forte e volete essere all'avanguardia

Se poi siete patite per l'iper igiene ed essere anche all'avanguardia potete dare uno sguardo alla bacchetta ultravioletti. Con un semplice passaggio su oggetti di uso quotidiano, come taglieri, piani di lavoro, asciugamani assicura un 99,9% di libertà da germi e batteri.




Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...