venerdì 18 agosto 2017

COME ELIMINARE L'ODORE DI CHIUSO E DI MUFFA DALL'ARMADIO CON 8 SUGGERIMENTI




Anche se pulite regolarmente il vostro armadio, può succedere che uno sgradevole odore di chiuso e muffa pervada non solo le vostre narici, ma abbia impregnato i vostri vestiti.

Alcuni suggerimenti ed accortezze per evitare odore di muffa nell'armadio:


- non riporre nell'armadio i vestiti appena stirati (quasi sempre si usa il vapore e questo rimane impregnato nelle fibre. I panni quindi vanno lasciati raffreddare e riposare almeno un'oretta)
- non riporre nell'armadio vestiti caldi dal sole, o ancora leggermente umidi.
- quando riponete nell'armadio i vestiti indossati, fate prendere loro aria per qualche ora (d'inverno attenzione alle giornate di nebbia o umide). Attenzione a non dimenticarvi nell'armadio vestiti messi solo una volta e lasciati lì per mesi, questi possono prendere un cattivo odore e contagiare l'intera cabina armadio
- tenere l'armadio scostato dal muro di alcuni centimetri, in modo da permettere una discreta areazione
- accertarvi che dietro alla parete dell'armadio non si sia formata muffa che abbia così intaccato il retro dell'armadio, in tal caso va disinfettato accuratamente il legno.
- arieggiare l'armadio almeno una volta alla settimana
- non stipare le ante di vestiti, questo non permette un buon ricircolo di aria.

Se il vostro armadio ha uno sgradevole odore di chiuso e muffa


1) Svuotare completamente la cabina armadio
Togliere tutti i vestiti, scatole. Cercare segni di muffa,  eventuali escrementi di animali o di insetti e qualsiasi altra cosa che contribuisca all'odore di muffa.
2) Lavare i vestiti. Separare i vestiti se in alcuni di loro compaiono evidenti tracce di muffa, poiché andranno trattati separatamente (seguire istruzioni in come disinfettare armadio e vestiti). Si tratta di un lavoro apparentemente lungo, e decisamente antipatico, ma tutto sta se volete eliminare quell'odore dai vestiti veramente. Non servono lavaggi lunghi, bastano i lavaggi brevi con acqua fredda e pochissimo detersivo, giusto per rinfrescare e disinfettare.
3) Pulizia delle scatole. Se avete scatole che odorano di vecchio e muffa è bene gettarle e sostituirle. Se si tratta di scatole in tessuto lavabile, provvedere al lavaggio, disinfettandole.
4) Lavare bene l'interno ed esterno dell'armadio.
Pulire accuratamente l'interno con un' aspirapolvere rimuovendo anche le mensole, se possibile. Pulire porte e pareti con un panno imbevuto e strizzato in un secchio riempito a metà con acqua calda, 1/2 tazza di aceto e alcune gocce di tea tree oil (antimuffa e disinfettante).

Controllare che l'odore non provenga dalla parete verso il muro, in tal caso dovrete scostare l'armadio e controllare che non ci sia muffa sul muro e sulla parete del mobile.


Per disinfettare bene l'armadio e vestiti da muffa od odore di muffa:


- COME ELIMINARE LA MUFFA DAI VESTITI, SOLUZIONI AL NATURALE
- TOGLIERE LA MUFFA DAL MURO IN MODO NATURALE


5) Asciugare bene l'armadio prima di riporre dentro i vestiti. Diviene importante arieggiare bene ed essere certi che l'armadio non sia umido. Non abbiate fretta.

6) Riporre i vestiti perfettamente puliti ed asciutti. Se usate contenitori e sacchi, è importante che siano anche loro disinfettati e puliti.

Potete sfruttare l'occasione per un buon decluttering dell'armadio!!
Leggi anche: DECLUTTERING ARMADIO: 5 REGOLE PER 5 GIORNI

7) Inserire una vaschetta con sale (attenzione a non coprirla con vestiti o scatole) in modo da funzionare come anti umido, oppure usate bastoncini di carbone di bambù. Leggi qui per sapere come usarlo.


Altre alternative sono sacchetti con bicarbonato di sodio o di caffè. Inoltre, qualunque sia il vostro assorbi odore (sale, carbone, bicarbonato, gessetti, riso, legno...) aromatizzate il tutto con qualche goccia di olio essenziale.

8) Utilizzo oli essenziali come antitarme, antimuffa o semplicemente per profumare

Oli essenziali antitarme: cannella, patchouli, lavanda, cedro.
Oli essenziali antimuffa: chiodi di garofano, cannella, lavanda, Manuka, Tea Tree.
Oli essenziali per profumare : arancio dolce, lavanda, limone, menta, geranio.
L'odore di chiuso degli armadi si elimina facilmente sistemando nel vostro armadio  anche alcuni sacchetti di lino o di garza contenenti uno di questi prodotti: bulbi di giglio polverizzati, mele cotogne, mandarini steccati con chiodi di garofano, foglie d'eucalipto, lavanda, bucce di arancia o di limone.

Dove comprare gli oli essenziali.


EasyHome e Lifeme consigliano l'utilizzo degli oli essenziali Essenthya. L'Aromaterapia richiede competenze specialistiche che solo un esperto può gestire, ESSENTHYA si è affidata a Luca Fortuna. Luca Fortuna, autorevole esperto di medicine naturali, ha conseguito il diploma di naturopata presso la scuola Sapamod di Torino e ha frequentato numerosi corsi di specializzazione in Italia e all'estero (Academy of Aromatherapy, Londra). Lavora come consulente per molte aziende italiane ed estere, insegna aromaterapia ed è costantemente impegnato in progetti di ricerca e realizzazione di nuovi prodotti e trattamenti. ESSENTHYA è l'unica linea a proporre oli essenziali puri, naturali, integri, chimicamente e botanicamente identificati

Comunque sia la tua scelta presta sempre molta attenzione alle indicazioni suggerite, non bisogna usare gli OE con superficialità (il fatto di chiedere all'erborista  non è sufficiente. Si devono usare solo OE certificati per l aromaterapia (e molte marche in vendita anche nelle erboristerie non lo sono!) quando si devono usare soprattutto per uso interno o sulla pelle.



Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...