sabato 29 luglio 2017

PERCHÈ NON USARE INSETTICIDI in POLVERE O SPRAY IN CASA. PERMANGONO OLTRE UN ANNO.



Un getto nebulizzante prima che i bambini escano di casa e tutte quelle zanzare che li divorano non si avvicineranno neppure! Una impolverata dentro e fuori casa e potrete stare al sicuro. Dopo tutto ci sono un sacco d' insetti estivi "pericolosi" -  zanzare, mosche, pulci, vespe, cimici, pidocchi -  che minacciano ogni giorno il nostro ménage quotidiano.  Gli insetticidi entrano quotidianamente nella nostre case, sotto forma di repellenti anti zanzare, anti pulci o zecche per i nostri amici a quattro zampe, spray anti mosche o composti per proteggere le piante. Ciò significa che, spesso inconsapevolmente, siamo significativamente esposti a queste pericolose sostanze tossiche.

La Bayern e simili ci tengono sani e salvi.

Sul discorso del sano bisognerebbe farci un pensiero. Le sostanze chimiche attive come gli insetticidi possono persistere in casa per più di un anno. Non è mandando via il puzzo che si manda via la sostanza. Dal momento che i principi attivi di pesticidi domestici sono spesso gli stessi di quelli utilizzati in agricoltura, un recente studio  si è rivolto ad osservare 'le concentrazioni di piretroidi e la persistenza dopo l'applicazione interna'. La quasi totalità degli insetticidi in commercio è a base di piretrine (composti naturali con proprietà insetticida estratti da alcune specie di crisantemi) o piretroidi (sintesi chimica molto simile alle piretrine ma molto più tossica e persistente nell’ambiente), sostanze che, ad alte dosi, possono provocare significativi danni anche nell’uomo

Lo studio, condotto dal ricercatore Lia Nakagawa presso l'Istituto biologico a San Paolo, in Brasile, pubblicato in Tossicologia e Chimica Ambientale, ha scoperto che i piretroidi, possono persistere nella polvere di casa fino ad un anno.

Se viene spruzzato fuori casa il danno si crea nel lungo periodo, l'aria, le acque , la terra s'inquinano, ma in effetti nel breve periodo, apparentemente, tutto scompare. Quando viene utilizzato all'aperto, i microrganismi, la pioggia o gli irrigatori, e l'azione della luce del sole rompono i composti chimici del pesticidi abbastanza rapidamente.

All'interno della vostra casa cosa accade? Anche l'apparente dispersione è difficile. La ricerca ha osservato come le sostanze chimiche, nella fattispecie pesticidi piretroidi, aderiscono al tessuto, pavimenti in cotto e legno in modo ben diverso di quanto fanno sulle superfici esterne.

Non solo insetticidi spray, anche in polvere si depositano


Dopo l’applicazione lo spostamento d'aria può allontanare la polvere e raggiungere luoghi o oggetti frequentati da bambini o animali domestici. Le polveri insetticide dovrebbero essere impiegate solo in luoghi ove sia possibile interdire l’accesso a bambini od animali.



Eseguendo esperimenti simultanei - uno in un laboratorio controllato e l'altro in una casa di prova - gli autori hanno trovato che i pesticidi utilizzati nell'esperimento controllato si rompono più rapidamente rispetto a quelli della casa di prova, ritrovando in circa il 90% delle case tracce di pesticidi anche dopo un anno,  con il 70% di cipermetrina.

Gli autori concludono che la persistenza di pesticidi all'interno di edifici, su superfici e nella polvere di casa, se da un lato suggerisce ad un utilizzo più diradato del prodotto, d'altra parte, la persistenza estesa, aumenta la probabilità che i residenti vengano esposti al pesticida. Questo diventa  particolarmente preoccupante per i bambini piccoli e animali domestici, che trascorrono più tempo sul pavimento , portando oggetti alla bocca.

Alcuni danni da contatto, inalazione di pesticidi

Il test dello studio suggerisce che  il pesticida può causare :vertigini, mal di testa, nausea, spasmi muscolari, debolezza, perdita di conoscenza, convulsioni, difficoltà respiratorie, dolori al petto, eruzioni cutanee, vesciche, alterazione del sistema endocrino, problemi riproduttivi, disturbi di apprendimento, danni cromosomici, anomalie del sangue e problemi alla tiroide.

Danni ambientali legati al cattivo uso dei biocidi.

Il danno ambientale potenzialmente più pericoloso è quello relativo al danneggiamento di organismi viventi non target (ovvero non oggetto del trattamento).

    Animali domestici e piccola fauna selvatica: molti insetticidi, rodenticidi e preservanti del legno sono altamente tossici per gli animali domestici e la fauna selvatica. Infatti i prodotti classificati pericolosi per l'uomo sono pericolosi anche per gli animali domestici e selvatici.

    Pesci: alcuni insetticidi (ad esempio quelli basati sui piretroidi) sono caratterizzati da una elevatissima ittiotossicità. Risultano pertanto pericolosi anche quando dovessero contaminare le acque seppure con quantità estremamente limitate.

    Insetti utili (pronubi, predatori e parassitoidi): la maggior parte degli insetticidi per impiego civile si basa su principi attivi insetticidi ad azione polivalente, sono pertanto in grado di uccidere la maggior parte degli stadi di sviluppo e degli insetti con cui vengono a contatto. In questo modo anche api, bombi, coccinelle, antocoridi vengono uccisi. Ciò costituisce un danno per l'ambiente perché viene ridotta la presenza di insetti utili.

Alcune precauzioni nell'utilizzo dei pesticidi soprattutto spray
  • Condizioni meteo:
    • VENTO: Operare solo in assenza di vento, alla presenza del vento è infatti connesso il problema della deriva, ovvero lo spostamento incontrollato delle goccioline ( formate da acqua più prodotto) generate dalla pompa, o altra attrezzatura.
    • PIOGGIA: non effettuare il trattamento quando vi è una elevata probabilità di pioggia oppure se ha piovuta da poco e la vegetazione è ancora bagnata.
    • TEMPERATURA: gli insetticidi devono essere applicati quando la temperatura è moderata. Elevata temperatura ( > 30 °C) possono portare ad un eccessivo rilascio di vapori, ad una più rapida in attivazione del prodotto e anche incrementare il rischio di causare danni alle piante.
  • Usare indumenti coprenti (maniche lunghe, pantaloni lunghi, scarpe non permeabli..), la pelle è la più frequente via di penetrazione.
  •  Non bere, mangiare e fumare durante l'applicazione
  • Rimuovere preventivamente dall’area da trattare: giocattoli, abiti, libri e tutti gli oggetti in materiale assorbente; come anche rimuovere dai piani della cucina alimenti, stoviglie e tutti gli oggetti destinati al contatto diretto con il cibo.
  •  Coprire infine gli acquari e spegnere gli impianti di condizionamento o di ricircolo dell’aria prima di iniziare il trattamento.
  • Se durante l’applicazione ci si bagna con il prodotto, sospendere immediatamente il trattamento e lavare la parte con abbondante acqua e sapone.
  • Rimuovere i vestiti contaminati dal prodotto.
  • Rispettare i tempi di areazione prima di accedere nuovamente ai locali interessati.
  • Impiegando nel giardino un insetticida liquido, per il controllo delle zanzare, le api muoiono. I piretroidi ed in genere gli insetticidi sono tossici per le api.
Riutilizzo dell'area sottoposta a intervento.

Se riportate in etichetta seguire le indicazioni relative al tempo che deve intercorrere prima di accedere nuovamente all'area ove è stato effettuato l'intervento.

Se queste informazioni non sono riportate è possibile attenersi alle seguenti precauzioni generali:

  •     non riutilizzare l'area prima che il prodotto si sia asciugato;
  •     se si rende necessario rientrare prima, utilizzare una maschera respiratoria;
  •     attendere in media 6 ore e ventilare abbondantemente l'area prima di soggiornarvi;
  •     donne gravide, neonati e persone con problemi respiratori dovrebbero rientrare nell'area dopo un periodo più lungo (da 12 a 24 ore).
Se non è possibile vietare l'accesso all'ambiente per almeno sei ore sono da preferire insetticidi formulati in gel o altre esche solide, efficaci per il controllare degli insetti striscianti. Gli insetticidi in gel sono utilizzabili in quantità minime e non vengono spostati dalle correnti d’aria. Le gocce di gel vanno comunque collocate in contenitori appositi (box gel) in modo da evitare anche piccole contaminazioni o il loro deterioramento precoce ad opera della polvere.

Utilizzo di insetticidi in area condominiale


Tutti i condomini devono aver ricevuto la comunicazione della disinfestazione, rendendosi responsabili di prendere le singole precauzioni.
La Ditta incaricata dell’esecuzione degli interventi dovrebbe comunicare a tutti i condomini con congruo anticipo e mediante avvisi scritti, la data e l’ora dell’effettuazione del trattamento. Oltre a queste indicazioni la Ditta deve mettere a disposizione, ad esempio attraverso l’amministratore condominiale copia delle scheda tecnica e delle schede di sicurezza del prodotto impiegato. Il personale della Ditta prima di procedere all’intervento si accerta che i condomini abbiano seguito le avvertenze indicate negli avvisi: assenza di panni stesi, finestre del piano terra e del primo piano chiuse, assenza di giochi rimuovibili dal giardino, si accerta inoltre dell’assenza di persone e di animali domestici nell’area ove deve essere eseguito l’intervento.

Lettura correlata: I 7 FIORI DA SEMINARE NELL'ORTO CONTRO I PARASSITI
Le situazioni sono tante e diverse, ma dove possibile è sempre meglio evitare o comunque cercare soluzioni più naturali, ad esempio con l'utilizzo di piante (citronella) repellenti ed oli essenziali.

FLY BUSTER Trappola Cattura Mosche Naturale
16 acchiappamosche Ruote – Trappola per insetti – senza veleni, ecologico, aromi, mosche


Alcune fonti

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/etc.3860/abstract
https://www.eurekalert.org/pub_releases/2017-06/soet-bsa062217.php
http://www.rd.com/home/cleaning-organizing/why-you-should-never-spray-bug-spray-in-the-house/
http://www.salviamoilpaesaggio.it/blog/wp-content/uploads/2014/05/insettici-in-casa-a-allaperto.pdf
Agency for Toxic Substances and Disease Registry (ATSDR). 2003. Toxicological Profile for Pyrethrins and Pyrethroids. Atlanta, GA: U.S. Department of Health and Human Services, Public Health Service.
http://www.disinfestanti.it/linee_guida_sicurezza_biocidi.html

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...