lunedì 19 giugno 2017

DEUMIDIFICATORI: per una casa più fresca d’estate e calda d'inverno.Consigli per l'acquisto.



Valido ed utile elettrodomestico per rendere l'ambiente, l'aria più salubre, riducendo così l'insorgenza di molti disagi fisici come allergie, asma, sinusiti, difficoltà respiratorie. Il deumidificatore però non è solo valido per eliminare o ridurre  l'umido in casa, durante l'inverno e "sanare" i muri, ma anche per sanare l'aria d'estate e ridurre la temperatura percepita.

Deumidificatore: d'inverno scalda
Il deumidificatore d'inverno toglie l'umido e se d'estate, questo ha effetto soffoco, d'inverno crea effetto bagnato sulla pelle,  freddo, dolori...
Il deumidificatore asciuga, quindi dona questo sollievo al nostro ambiente, aiuta a ridurre la diffusione di agenti patogeni, riducendo allergie (ideale come vedremo associarlo allo ionizzatore), problematiche alle vie respiratorie, articolari, per non parlare della salubrità della casa in sé, infine aumenta da 0,5-1° gradi la temperatura dell'ambiente. Alcuni deumidificatori hanno anche la funzione asciuga biancheria, utilissima d'inverno.

I DANNI ALLA SALUTE DELL'UMIDITÀ. NON SOTTOVALUTIAMO LA MACCHIA DI UMIDO

QUALI SONO LE PRINCIPALI CAUSE DELL'UMIDITÀ E SOLUZIONI DEFINITIVE

Deumidificatore: d'estate riduce la temperatura percepita
Il deumidificatore non rinfresca l'aria, per questo servono i climatizzatori, ma può svolgere un'altra funzione, forse molto più salutare: ridurre la temperatura percepita. Come riportato nella tabella, ad esempio, se la temperatura è di 33° con un tasso di umidità del 60% , la temperatura percepita è 38°. Vero il climatizzatore emette lievemente caldo, come visto prima, ma caldo asciutto. Risultato meno umido in casa, facilità di respirare, meno caldo percepito, meno malesseri.

Agenzia Nazionale Efficienza energetica
Nella tabella  è possibile confrontare la differenza tra i valori della temperatura reale e quelli della temperatura percepita al variare del grado di umidità relativa.

Abbiamo visto in CONDIZIONATORE O CLIMATIZZATORE? TUTTI I CONSIGLI PER UN SICURO ACQUISTO i vari aspetti tecnici da considerare per l'acquisto di un condizionatore o climatizzatore.  I climatizzatori svolgono anche l’importante funzione di deumidificare l’aria, infatti, la sensazione di disagio che proviamo in una calda giornata estiva, è dovuta soprattutto all’elevato tasso di umidità, che limita la traspirazione della pelle.

Per questo motivo spesso, per ridurre il grande caldo in casa, talvolta servirebbe semplicemente ridurre il tasso di umidità.

Esistono due tipologie di deumidificatori:

- Deumidificatori a sali
- Deumidificatori elettrici


- Deumidificatori a sali



 
Utili per piccoli ambienti, contengono composti salini o altri materiali argillosi con alte proprietà igroscopiche. Sono poco ingombranti, non rumorosi, semplici da usare, ma decisamente con poca capacità di lavoro, proprio perchè sfruttano un'azione passiva. Per questa ragione, come detto il deumidificatore a sali non è adatto a trattare l’aria di grandi volumi e deve pertanto essere impiegato esclusivamente in piccoli vani da 10-12 metri quadri al massimo. L’autonomia del deumidificatore a sali è quindi limitata a circa 2-3 mesi in funzione della qualità dei composti salini impiegati. Decisamente inutile se lo si vuole sfruttare per eliminare l'umidità da calura estiva. Ottimo per la casa estiva.

DEUMIDIFICATORE ARIASANA KIT 450GR+RIC a 7,93 €
RICARICA Tab con Lavanda Relax, Viola, 450 g a 3,50€


DEUMIDIFICATORE Ariasana 673932 Kit Maxi Classic Assorbiumidità, 2 x 450 g a 21,57€

- Deumidificatori elettrici

A differenza di quelli a sali, non si esauriscono, richiedono, ovviamente, come qualsiasi elettrodomestico, alcune operazioni di manutenzione dopo ore di lavoro. Risultano ideali sia d'inverno, sia d'estate.

L'aria viene aspirata da una ventola e spinta verso una serpentina di raffreddamento. A contatto con quest’ultima il vapore acqueo presente nell'aria si condensa e l’acqua viene raccolta in un serbatoio. Esistono di varie dimensioni e capacità ma risultano comunque più efficenti dei precdenti in caso di temperature elevate ed in condiizoni di maggiore umidità (maggiore del 45%)

Capacità lavoro
Quando si sceglie il deumidificatore elettrico, la caratteristica più importante da valutare è la sua capacità di lavoro, espressa anche in termini di capacità di deumidificazione, in altre parole i litri di acqua estraibili nell’unità di tempo (ora o giorni). Tanto più alto è questo valore, più elevata è la sua capacità di trattare luoghi con alto tasso di umidità. Se ad esempio dobbiamo deumidificare zone particolarmente umidi, bisogna orientarci sui 20-30 litri al giorno.

Ma come determinare la portata perfetta del deumidificatore?

Come prima cosa, è necessario conoscere due informazioni: l’attuale livello d’umidità e la grandezza dell’ambiente che desideri deumidificare.

Calcolo metratura= Moltiplica base x larghezza. I valori dei deumidificatori vengono calcolati su una ipotetica altezza dell'ambiente di 2,3 mt.
Se l’altezza dell’ambiente diverge dall’altezza standard, la superficie deve essere convertita con la seguente formula:
superficie (c) = superficie (e) x (2,3 / altezza)

superficie    (c) = superficie corretta in m2
superficie    (e) = superficie effettiva in m2
altezza = altezza effettiva in m

Calcolo del tasso di umidità: Per una valutazione del tasso di umidità potete acquistare anche il termometro igrometro, investendo anche pochissimi euro.


Chi desidera una valutazione più accurata è consigliabile l'acquisto di una stazione meteo, forse appena più cara ma più precisa.

Una volta che avrai queste informazioni, puoi utilizzare la seguente tabella per aiutarti a determinata la portata minima del deumidificatore che andrai ad acquistare.


Condizione dell'ambiente
   
   25 mq
50 mq
100 mq
150 mq
 50%-60% di umidità
15 litri
20 litri
30 litri
35 litri
60%-70% di umidità
15 litri
20 litri
30 litri
35 litri
70%-85% di umidità
20 litri
25 litri
35 litri
40 litri
85%-100% di umidità
20 litri
25 litri
35 litri
40 litri

A queste indicazioni di massima, puoi aggiungere alla portata minima alcuni litri, se sono presenti una o più delle seguenti situazioni.

    Se la tua abitazione è situata in una città umida, aggiungi circa 5 litri alla portata;
    Se nell’ambiente da deumidificare vivono più persone, aggiungi circa 2,5 litri alla portata;
    Se sono presenti delle porte e delle finestre, aggiungi circa 2,5 litri alla portata;
    Se nella stanza sono presenti una lavatrice o un’asciugatrice, aggiungi circa 2,5 litri alla portata.

Potenza e Consumi e Classe energetica
Si parla di un elettrodomestico utilizzato per lunghi cicli di lavoro, anche se la gran parte dei deumidificatori moderni, hanno un consumo elettrico intermittente, ossia il loro assorbimento energetico maggiore avviene ad intervalli più o meno regolari e non in continuo. Per questo motivo il consumo elettrico va calcolato dalla somma dei vari cicli di utilizzo. Per indicare alcuni ordini di grandezza, la potenza del deumidificatore può variare da un minimo di poco inferiore ai 100 Watt, per i modelli più piccoli, fino ad un massimo di 800 Watt, per le versioni commerciali progettate per grandi ambienti. Alle comuni condizioni domestiche della maggioranza delle abitazioni, sono sufficienti in genere deumidificatori caratterizzati da una potenza media di circa 300 Watt. Come accennato, il deumidificatore non opera in maniera continua, se non nella prima fase: una volta raggiunta nell’ambiente la percentuale di umidità da noi impostata, si accende solo ogni tanto. Pertanto, un deumidificatore da 300 W potrebbe consumare 300 W x 1 h = 0,3 kWh di energia elettrica nella prima ora di funzionamento, ma alquanto meno (soprattutto in media) nelle ore successive.

Per sapere quanto consuma un deumidificatore:


Il simbolo + che fa seguito alla lettera A indica una maggiore efficienza energetica. La differenza fra + e+++ può determinare un risparmio energetico dal 32 al 60% (dipende dall'elettrodomestico).

Occorre sapere che l’efficienza energetica dei deumidificatori dipende essenzialmente dalla temperatura dell’ambiente in cui vengono utilizzati. Lo stesso apparecchio può, ad esempio, funzionare in modo molto efficiente a una temperatura ambiente di 20 °C ed essere inefficiente a 15 °C. Per questo motivo, vengono stabilite tre temperature standard alle quali viene misurata l’efficienza energetica:
  •     10 °C (ad esempio, centrali idriche ecc.)
  •     15 °C (ad esempio, cantine, archivi, atelier, ecc.)
  •     20 °C (ad esempio, abitazioni ecc.)
Funzioni aggiuntive
Nella scelta del deumidificatore va sempre valutato perchè serve, tempi d'impiego e spazi a cui va adibito. Infatti esistono varie tipologie di deumidificatori, con funzionalità aggiuntive. Oltre al compito principale di riduzione dell’umidità, svolgono altre attività inerenti il trattamento dell’aria come, ad esempio, la sua purificazione, il riscaldamento e numerosi altri aspetti minori che incidono sul prezzo finale.

» Clicca qui per scoprire alcuni modelli di deumidificatori con riscaldamento«

Una funzione integrabile con il deumidificatore e simile a quella svolta dai filtri è rappresentata dalla possibilità di ionizzare l’aria: in questo caso, l’aria in uscita dal deumidificatore viene arricchita con cariche negative (ioni), le quali, unendosi alle particelle di polvere, pollini, fumi, ecc. (normalmente cariche positivamente) formano composti che tendono a depositarsi sulle superfici, perdendo così la loro forma in sospensione. ideale per chi soffre di patologie respiratorie, ma anche semplicemente per migliorare significativamente la qualità dell'aria.

Qui alcuni modelli di DEUMIDIFICATORI-IONIZZATORI

Il deumidificatore può essere dotato, come accennato, anche di funzionalità secondarie ma comunque utili come, ad esempio, la differenziazione dei livelli di potenza, il blocco dei comandi in caso di presenza di bambini in casa, oppure la programmabilità del funzionamento, controllo in modalità wireless per leggere lo stato di funzionamento o impartire comandi a distanza dal punto dove è situato il deumidificatore, ecc.

Rumorosità
Non è un fattore da sottovalutare. Soprattutto durante l'estate possono essere impiegati anche durante la notte e la rumorosità può quindi diventare fastidiosa.
L’emissione acustica dei deumidificatori è espressa in decibel (dB) e mediamente si aggira sui 45 dB. Al di sotto di questa cifra, siamo di fronte a deumidificatori relativamente silenziosi mentre, se ci avviciniamo a valori prossimi o anche di poco superiori ai 50 dB, è consigliabile l’uso del deumidificatore in condizioni sufficientemente isolate.

Scarico dell'acqua e filtri
Quando l’acqua raggiunge il livello massimo il deumidificatore si spegne automaticamente e, solitamente, segnala che il serbatoio è pieno. Per riempirsi la vaschetta impiega all’incirca dalle otto alle dodici ore. In alternativa si può installare un tubo esterno per il drenaggio continuo dell'acqua. In merito al tubicino in gomma, è bene sottolineare che deve essere regolarmente pulito all’interno per evitare la formazione di tappi provocati da eventuali muffe o insetti

per l'acquisto più idoneo va quindi calcolato il tasso di umidità dell'ambiente. Deumidificatori troppo piccoli necessitano di uno scarico in tempi brevi, se si devono lasciare per ore incustoditi è opportuno orientarsi su modelli più grandi.

Attenzione: l'acqua di condensa scaricata dai deumidificatori va buttata (non è né potabile né riutilizzabile).

I filtri devono essere periodicamente puliti e sostituiti: per questo è meglio preferire quelli lavabili. Questa operazione è molto importante, poiché elimina la formazione dei depositi di polvere che si formano all’interno del deumidificatore, presso i quali possono anche annidarsi e conservarsi nel tempo gran parte delle spore fungine delle muffe, batteri e virus.

Considerazioni in breve

Alcuni deumidificatori scelti per voi:

»Clicca qui per scoprire la vasta gamma Delonghi«


Per gli spazi più piccoli
Ideali anche per il vostro camper.
Pro Breeze ™ 500 ML Compatto e Portatile Mini Deumidificatore contro umidità, sporco e muffe a casa, in cucina, in camera da letto, Caravan, Ufficio e garage



Il giusto compromesso
Deumidificatore TTK 40 E (deumidificazione di 14litri/24h) per ambienti fino a 25m². È un deumidificatore elettrico che, rispetto alla tipologia che sfrutta sali con proprietà deumidificanti, è in grado di garantire all’utente dei risultati non solo più evidenti ma anche più efficaci. Capacità del serbatoio 3,5l su superfici sino a 25m². Dispone di timer, rumorosità 43 db



Il migliore
Deumidificatore De'Longhi DDS30  risulta il miglior deumidificatore nella classifica 2017,



Capacità di deumidificandone:
in questo modello è di 30 l al giorno, inoltre, anche la capacità della tanica di raccolta dell’acqua è molto ampia e misura 4,5 l, un valore al di sopra della media (molti altri deumidificatori di questa fascia di prezzo hanno serbatoi più piccoli).
Metratura per cui è adatto: il De’Longhi DDS30 può lavorare in maniera efficace fino a 45-50 m². Si presta bene anche ad ambienti più ampi, ma con un tasso di umidità che non sia eccessivo. Al contrario, può essere utilizzato anche in ambienti dalla superficie più ridotta di quella indicata, ma dalla percentuale di umidità molto elevata.
Potenza e consumi: questo deumidificatore è molto potente e possiede un wattaggio di 300 W, un valore che appare assolutamente conveniente, soprattutto se considerato in relazione all’ampia capacità di assorbimento dell’umidità che questo apparecchio possiede. In commercio, infatti, non è facile trovare dei modelli che possano coprire una metratura e che estraggano la stessa quantità di litri quotidianamente come il De’Longhi DDS30 e con i suoi stessi consumi. La potenza assorbita dall’utilizzo della funzione Combi (che vedremo nel dettaglio nel paragrafo dedicato al fattore funzioni) è invece di 1300 W poiché, quando questa modalità è attivata, l’apparecchio svolge un doppio ruolo di deumidificazione e riscaldamento e, di conseguenza, i consumi aumentano molto di più.

Un’altra informazione interessante circa le prestazioni di questo modello è la presenza di una resistenza in ceramica integrata che permette a questo deumidificatore di raggiungere un altissimo livello di deumidificazione in poco tempo, rendendo le sue prestazioni ancor più soddisfacenti.

»Clicca qui per scoprire la vasta gamma Delonghi«

» Clicca qui per vedere i migliori deumidificatori su Amazon«


Continua la lettura in: GUIDA AGLI ACQUISTI ed ACQUISTI CONSAPEVOLI

per trovare tanti consigli su come acquistare gli elettrodomestici, oggettistica per la casa, secondo le esigenze, evitando truffe, inutilità, e tanto altro...




Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...