domenica 11 giugno 2017

COME SCEGLIERE AL MEGLIO IL TUO BARBECUE


Arriva l'estate e con lei la voglia di grigliate. Guida all'acquisto del barbecue.















La scelta del barbecue, abbreviato BBQ dagli americani (leader nel settore), può sembrare di poco conto, in realtà ritrovarsi un mastodontico impianto cucina, del tutto inutile alle nostre esigenze, oppure un BBq che dopo 3 cotture è da gettare, non è tanto irreale come situazione. Per questo è opportuno non essere affrettati nell’acquisto e considerare alcuni aspetti fondamentali:


1. Quante volte lo userai?
Non bisogna rispondere secondo i sogni, ma realmente. Sulla sincerità della risposta potrai pianificare e realizzare un acquisto mirato, senza spreco inutile di soldi. Farsi guidare dalla "grandezze" dell'estate, soprattutto se siamo in vacanza porta a scelte sbagliate, quindi cercate di non essere in ferie nel momento che risponderete a questa domanda!
Se onestamente sai di non usarlo molto, inutile fare grandi spese. I barbercu vanno da poche decine di euro sino ad oltre i 600,oo euro.

2. Dimensioni a disposizione

Stabilire dove avverrà la cottura e quindi le dimensioni obbligatorie, per poi considerare le dimensioni necessarie per il numero dei commensali abitualmente presenti. Per famiglie o piccoli gruppi di ospiti sono normalmente sufficienti tra i 600 e i 900 centimetri quadrati di superficie di cottura. La grandezza della superficie farà la differenza nel rendere un barbercue adatto a piccole grigliate o preparare grandi cene con amici e parenti.

- Barbecue portatili: sono piccoli e maneggevoli per grigliate occasionali, non necessariamente in giardino, visto che le dimensioni e facilità di trasporto li rendono maneggevoli e trasportabili in altri luoghi. Talvolta non prevedeno neanche la struttura su ruote, ma sono pensati per esser adagiati su una superficie.

- Barbecue piccoli: per distinguerli da quelli portatili, ma si inizia a salire di livello. Il giusto compromesso a livello spesa, ingombro, qualità. Compatti e poco ingombranti, ideali per piccole grigliate. Sono generalmente muniti di un carrello in metallo o legno, quasi sempre forniti di due ruote, per facilitare il trasporto.
-  Barbecue medi/grandi: Ci troviamo via via difronte a BBQ sempre più multi accessoriati, difficilmente trasportabili, da utilizzare in giardino o grandi terrazzi. Delle vere cucine in miniatura, con vani porta oggetti (per utensili, strofinacci, condimenti), piani di appoggio, in base al prezzo e alla sofisticatezza dell'apparecchio, troveremo dei ripiani ampi ed in acciaio inox, alcuni barbercue a gas li troverete anche muniti di luci LED, con comandi illuminati e luci interne, caratteristiche utili se le grigliate si svolgono di sera con poca illuminazione.
I modelli più sofisticati, invece, prevedono anche delle vere e proprie lucine montate all'interno della struttura in modo da illuminare la superficie di cottura.


⇴ E per chi davvero ha pochissimo spazio ma non vuole rinunciare ecco la geniale soluzione! Barbecue da ringhiera, LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO.

3. Combustione
La tecnologia nel mondo del BBQ ha fatto passi da gigante ed è possibile scegliere un barbecue tra i vari in commercio che usano carbonelle speciali , barbecue che cuociono come un forno , barbecue chiudibili a valigia , con affumicatori.

La decisione Gas, carbone o elettrico si riduce a questioni di praticità, funzionalità e preferenze personali.

- Barbecue carbone/legna



Serve fare prima di tutto una precisazione, per alcuni, il barbecue carbonella ed il barbecue legna sono la stessa cosa , o meglio vengono usati allo stesso modo, ma non sono la stessa cosa, infatti nel prodotto è segnalato se è solo per la carbonella o adatto anche a legna. La differenza si vede soprattutto nel tempo. Un Barbecue a legna è più costoso rispetto ad uno a carbonella, perchè il primo può sopportare temperature maggiori. Spesso si fa l'errore comune d'iniziare il fuoco a legna e poi aggiungere la carbonella, questa operazione, nel tempo, porta a spaccare la griglia, il cui materiale è fatto per sopportare temperature minori.

Ideale quindi l'acquisto di un prodotto ibrido, in tal caso sarete veramente liberi di bruciare qualsiasi cosa! Due accessori interessanti da prendere in considerazione sono:
- Raccoglitori di cenere: i raccoglitori di cenere rendono la pulizia del barbecue molto più facile.
- Affumicatore a freddo: pieno di trucioli di legno può infondere il profumo di legno a carni e verdure. Alcune griglie a gas sono dotati di vassoi per affumicare.

Perchè scegliere carbone /legna

Sicuramente si tratta della vera grigliata, quella tradizionale, per una cottura decisamente diversa da quella a gas, riproducibile sempre, tutti i giorni.
Ha bisogno di tempi maggiori, ma è il fascino della griglia. Cura della cottura, stare insieme, senza essere schiavi del tempo e della "velocità".

I tempi saranno più lunghi per raggiungere la brace ma ricordate che una griglia alimentata dal carbone può raggiungere temperature molto più elevate del grill a gas standard. Griglie a carbone tipicamente cuociono a temperature fino a 400° C. Non pensate che siano barbecue da poco, esistono anche BBQ a carbonella decisamente super accessoriati che non smuoverete mai dal giardino.

I barbecue a legna, in particolare, conosciuti come Smokers, sono barbecue (anche con funzioni di forno) normalmente costituiti da due cilindri in acciaio o in ghisa: uno con la funzione di bruciatore, l’atro di barbecue. Cuociono con la combinazione del fumo e del calore generato dalla legna che arde e sono molto adatti per cotture prolungate, anche a basse temperature, e per affumicare.

Svantaggi

Una buona  griglia a legna difficilmente costa meno di 70 euro (medie dimensioni), a cui aggiungere i costi della legna (tenete presente che i costi della luce per accessori così grandi sono decisamente maggiori, nel lungo periodo)
Il problema maggiore è dato dai fumi, sia per carbonella sia per la legna si formerà fumo che potrà annerire i muri ed "infastidire" i vicini. In questi casi però esistono delle accortezze, l’accensione della carbonella con una ciminiera riduce il fumo iniziale ed accelera la formazione della brace, se inoltre utilizzate il carbone di legna in bricchi, vi permette cotture senza fumo anche con il barbecue non coperto.

Attenzione al tipo di carbonella scelta. Preferire sempre quella con legna, sia perchè più "genuina" sia per il sapore della grigliata!


- Barbecue/forni in muratura

Vengono realizzati in mattoni refrattari, sono particolarmente indicati per chi ha anche la necessità di cucinare pane e pizze. Viene fatta la distinzione fra barbercue e forni, nei primi il piano cottura non è sovrastato da cappa a differenza dei secondi. Esistono varie forme e dimensioni, con piano lavoro, in combo grill/forno, con cappa integrata in muratura o regolabile in metallo.


- Barbecue elettrici


Se vivete in appartamento con piccolo balcone forse sono la scelta migliore. Richiedono soltanto una presa elettrica, raggiungono rapidamente la temperatura di cottura e cuociono il cibo in modo uniforme.

- Barbecue a gas

Se si preferiscono le cotture veloci e velocizzare le operazioni di pulizia, il gas è ciò che fa per voi.

I multiaccessoriati

Decisamente ricchi di funzioni aggiuntive, da ripiani, led luminosi, rapido avvio e raggiungimento della temperatura ottimale, manopole di controllo calore. Una cottura tutta sotto controllo. Alcuni modelli possono prevedere il girarrosto, friggitrice, tostapane, pietra lavica, persino frigorifero e/o congelatore. Alcuni modelli includono dei cassetti oppure vani frigorifero e congelatore, per conservare al meglio gli alimenti all'interno dell'apparecchio stesso, senza dover fare avanti e indietro tra il giardino e la cucina!

I BBQ a gas generalmente prevedono il funzionamento attraverso la bombola, ma alcuni sono predisposti anche all'utilizzo del metano direttamente dalla rete domestica.

Per molti può voler dire togliere la bellezza del cuocere alla griglia, per altri vivere in comodità la cucina. Si tratta solo di scelte e stile di vita.

4. Qualità dell'acciaio e piastre

Non tutti i barbecue a gas o a carbonella sono costruiti con acciaio di qualità.
Assicuratevi che sia acciaio inossidabile 304; per capire se l’acciaio è 304 è sufficiente avvicinare un magnete: se il magnete si attacca non è 304, ma di qualità inferiore.

Attenzione anche alle piastre e distinguere se sono antiaderenti (da evitare) o in pietra naturale. L'ideale sarebbe preferire l'acciaio inox non solo per la griglia di cottura, ma anche per la struttura stessa visto che si tratta di un materiale facile da pulire, robusto e resistente.


Per avere un'idea di quali barbecue scegliere, ecco una carrellata scelti per voi da:

- I migliori barbecue a gas del 2017
- Barbecue a Carbone o Legna
- Barbecue a Gas

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...