lunedì 29 maggio 2017

11 GRANDI ALBERI PER PICCOLI GIARDINI O BALCONI

Anche i piccoli cortili, giardini di casa possono godere della presenza  di una grande varietà di alberi, fornendo non solo ambra, ma anche frutta e magari habitat per piccola fauna. Non servono grandi campi, orti per piantare alberi da frutto, alberi non solo ornamentali ma ottimi impollinatori e perchè no, magari con frutti o fiori utili per la nostra salute.

 Qui sono indicate 11 varietà di grandi alberi per piccoli cortili e giardini (anche da vaso):

 1.  Amelanchier Canadensis - Pero Corvino.

Da sempre considerata solo pianta da giardino per la bellissima fioritura che appare ai primi tepori primaverili prima ancora delle foglie e per la notevole colorazione autunnale, è sempre stata, e lo è tuttora, ignorata per i suoi gustosissimi frutti, considerati tutt’al più graditi agli uccelli. È disponibile in diverse altezze che variano da arbusto a piccolo albero, alcuni producono un delizioso frutto simile al mirtillo.  Anche chiamato saskatoon, Berry o zucchero-prugna,  gli alberi Amelanchier producono anche una notevole, calda  fioritura  autunnale. L’Amelanchier Canadensis è una pianta molto rustica e semplice, non richiede grandi interventi di potatura, solo quelli di contenimento. Superata la fase d'impianto e radicamento, va annaffiata solo in caso di grande siccità.
Prospera anche in terreni molto poveri.

 2.  Mirto crespo, o Lagerstroemia.



Pianta decidua nativa di Cina e Corea. Adatta alle posizioni di pieno sole, regala una ricca fioritura dal bianco al fucsia anche in terreni poveri. Esistono varie  altezze, per questo diventa fattibile anche la coltivazione in vaso. Altra peculiarità pregevole della pianta adulta di Lagerstroemia è che il tronco in inverno si sfalda, mostrando così piacevoli contrasti fra il grigio della corteccia e i tessuti sottostanti, che virano dal marrone chiaro al rosato. Si adatta bene sia a Nord sia a Sud, con inverni freddi ed estati siccitose, a patto di avere una buona irrigazione.
 
 3.  Corniolo: Sebbene il Cornus Florida (florida Conus)



È il tipo di corniolo più comunemente visto , anche se ci sono un certo numero di altre varietà di cornioli, che vanno dall'arbusto all'albero di medie dimensioni. Si tratta di un arbusto con crescita lenta ed ottima resistenza al freddo. La sua coltivazione richiede maggiori attenzioni. Predilige un terreno acido ed ambiente umido. In compenso, quando le piante hanno raggiunto buone dimensioni diventano una nuvola in fioritura. Il  corniolo coreano (Cornus kousa) produce un frutto commestibile, mentre frutto di altre specie è più adatto per la fauna selvatica. 

 4.  Acero giapponese
Decisamente fra i più adattabili a qualunque taglia mignon del vostro giardino. L'unica cosa che necessita è  sole, per poter regalare la sua calda chioma rossastra. Gli aceri giapponesi sono disponibili in centinaia di varietà, con una vasta gamma di tipi di foglia, abitudini di crescita e colori.  Sebbene il frutto (samara) non sia commestibile, i giapponesi usano friggere le foglie di acero per farne caramelle. 
 
 5. Anamelide, il nocciolo di strega.



Tanti i racconti che legano questa pianta a poteri curativi, protettivi, propiziatori, non a caso la tradizione inglese lo chiama nocciolo della strega witchhazel (o amamelide). Questa pianta che si presenta come arbusto o piccolo albero è originario del Nord America orientale (come indica il nome: dallo Stato della Virginia) e del Canada, e in genere cresce in boschi umidi e luminosi e lungo i torrenti tra le rocce. I suoi rami sono piuttosto radi e le foglie grandi; la fioritura comincia in autunno e continua in inverno anche dopo la caduta delle foglie. In Europa le proprietà medicinali dell'Amamelide come astringente venoso furono riconosciute, mediante ricerche scientifiche, solo ai primi del novecento, e da quel momento l'Hamamelis entra a far parte di un notevole numero di rimedi vasoprotettori e venotonici, utili in caso di turbe della circolazione, soprattutto venosa, come emorroidi sanguinanti, varici, flebiti, fragilità capillare, capillari dilatati, tendenza alla formazione di lividi, cellulite.

L'acqua di Amamelide è utile per le infiammazioni della bocca, delle gengive, e per l'arrossamento degli occhi con iperemia, ad esempio in caso di congiuntivite allergica, eventualmente in associazione con altre piante lenitive oculari come Aloe vera (gel fogliare), Fiordaliso, Eufrasia, Camomilla, sotto forma di colliri decongestionanti.

6. Sambuco.

Conosciuto più come arbusto, piuttosto che come albero, si tratta, comunque, di una  pianta importante, che merita più attenzione di quel che si da.
I suoi fiori e bacche sono buone per gli impollinatori e altri animali selvatici, mentre il frutto oltre ad essere apprezzato per fare marmellate, vino, torte e altre prelibatezze, ha notevoli proprietà curative.

Leggi anche:SAMBUCO: PROPRIETÀ ED UTILIZZI, DAI FIORI ALLE BACCHE UN RIMEDIO NATURALE AD AMPIO SPETTRO


Il Sambuco cresce meglio in un terreni umidi leggermente acidi ricchi di materia organica, ma se ben drenati possono stare anche in pieno sole.

7. Meli .

Esistono tantissime varietà, non dobbiamo pensare solo ai meli di grandi dimensioni, che potrebbero, quindi, solo sopraffarre il giardino, esistono tante varietà nane che mantengono una vasta ed ottima produzioni di frutti. Small size non si trovano solo i meli ma anche i ciliegi, peschi, albicocchi, susini, peri. Tanto sta nella varietà, innesto e potatura.
 
8. Fico.  


Si pensa che siano solo destinati alle zone mediterranee, invece molte varietà di fico crescono bene anche in zone dell'Appennino, più fredde, ed soprattutto hanno bisogno di pochissimo spazio. Possono crescere anche in vaso, in questo caso, metterli a riparo durante l'inverno. Si possono attuare importati potature per regolare le dimensioni.

9. Magnolia stellata


Un'altra pianta di grande effetto per il vostro giardino. Si tratta di magnolie da fiore arbustive. Come il pero Corvino, anche la Magnolia stellata ha la  particolarità  che produce i  fiori prima delle foglie, assicurando uno spettacolo primaverile del tutto unico. Quello che però molti non sanno è che queste specie si possono piantare anche in terrazzo, in un vaso capace.

10.  Vitex: l'agnocasto, o pepe del monaco, pepe falso. 


La droga è anche conosciuta internazionalmente come Chasteberry, Chaste tree, Monk's pepper. Si tratta di un piccolo albero multi-tronco con grappoli di fiori profumati viola e  foglie grigio-verdi.  Il frutto è simile ad un granello di pepe e viene utilizzato nella medicina alternativa, i fiori richiamano farfalle, api.. Il Vitex cresce meglio in pieno o mezzo-sole, con terreno ben drenato. Nelle giuste condizioni, può diventare invadente.  Secondo il folklore, l'albero è stato chiamato così perché si credeva che fosse un anafrodisiaco, i monaci medievali, masticando le foglie li aiutava a mantenere il loro voto di celibato. 

 11. Albero Redbud.   


Con i suoi incantevoli fiori bianchi, rosa, rossi o viola, sono una delizia di primavera. Possono avere una crescita alta ma con un'attenta potatura si possono mantenere nani. I semi del Redbud sono buon cibo per la fauna selvatica, oltre ad essere un'importante fonte di nettare e polline per le API da miele e altri impollinatori.  Questo albero a crescita rapida preferisce il terreno ben drenato e pieno sole con parte di ombra.


Questo è solo un piccolo assaggio della vasta gamma di varietà di alberi che possono essere coltivati nel vostro mini giardino o anche in vaso. Tenete conto del clima locale e del tipo di terreno a disposizione. Quello che vuole essere trasmesso è di non scoraggiarsi se si hanno pochi metri quadrati a disposizione. Il vostro piccolo terrazzo, giardino si può trasformare in ciò che desiderate, fatelo con amore e creatività, diverrà così la vostra oasi di pace e relax.




Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...