venerdì 17 marzo 2017

11 CAMBIAMENTI PER RENDERE LA VOSTRA CAMERA DA LETTO SANA E NON TOSSICA




Si punta sempre più spesso al vivere green e vivere in salute, a come disintossicare l'organismo...Per questo diventa essenziale muoverci prima della disintossicazione, ovvero ridurre al minimo il contatto con sostanze nocive.

Purtroppo ridurre l'esterno non dipende esclusivamente da noi, ma possiamo fare molto, attraverso le scelte di consumo, svolte in consapevolezza.

Osserviamo il nostro ambiente di casa, senza pensare troppo in grande, pensiamo alla nostra camera da letto. Sapete quante sostanze inaliamo, con cui entriamo in contatto ogni giorn, nella stanza dove trascorriamo un terzo della nostra vita?

Vediamo a piccoli passi come rendere ad esempio questo ambiente più salutare e meno tossico.

Certamente può essere una sfida "finanziaria", non dobbiamo cambiare tutto insieme, ma attivare  la consapevolezza e piano piano iniziare il progetto di sanificazione è un buon inizio. Si tratta ovviamente di decisioni personali, basate sui singoli stati di salute (che determineranno la precedenza di sostituzione) e di bilancio, ma l'importante è attivare il cambiamento.
 

1. Sostituire la vostra biancheria da letto con materiali organici 
Sostituire o rimuovere tutti i tessuti artificiali dalla vostra biancheria da letto.  Iniziare con cuscini e federe, gradualmente, attivate il vostro senso e lavoro, attraverso questo punto. Informatevi sui danni dei materiali sintetici sulla vostra pelle e dei vantaggi dei tessuti organici come cotone, lana al 100%. Fate attenzione a come loro volta vengono trattati, perchè purtroppo nella coltivazione del cotone vanno il 25% degli insetticidi mondiali ed il 14% di pesticidi. la scelta è sui tessuti organici, free. Non è facile, ma un regalo alla volta per noi stessi (magari regalo di Natale da chiedere o farci) sarà di tutto guadagno per noi e l'ambiente. Pensate ai materassi, imbottiture cuscini.


2. Sostituire o rimuovere  vestiti artificiali
La verità è che materiali sintetici come acrilico, nylon e poliestere sono realizzati in materiali termoplastici. Questi tessuti producono molecole di gas  ogni volta che sono riscaldati. [1] Se si indossano vestiti antipiega, ad esempio,  stai respirando, ed indossando plastica e formaldeide. Grande pericolo sono anche gli idrorepellenti, ignifughi, dove l'utilizzo di interferenti endocrini è altissimo, come l'impiego di nanomateriali. Ricordate che queste sostanze chimiche  si assorbono direttamente attraverso la pelle, non solo respirandole. Per non parlare della contaminazione indiretta, inquinando falde acquifere e terreni, fauna e flora.. dai cui prenderemo nutrimento.
Vero, è davvero difficile, ma è da capire che tutto ciò che rende il tessuto morbido, gommoso, anti "tutto" (piega,stiratura, acqua, polvere, antistatico...), ed "eterni" (Teflon, PFC) è trattato chimicamente e contiene all'interno materiali, sostanze altamente dannose per il nostro sistema endocrino, riproduttivo e talvolta possibile cancerogero (ftalati, nanomateriali). 

Perfluorochimici (PFC): tra cui il teflon (additivo antiaderente) , vengono aggiunti sempre di più nei tessuti sintetici, per "donare" durevolezza, resistenza alle macchie e resistenza alle pieghe.  Mentre molte persone apprezzano "l'anti-piega", sono probabilmente ignare del devastante effetto che queste sostanze chimiche hanno sulla loro salute.
•Perfluorochimici (PFC): sono, inoltre, molto persistenti nell'ambiente — sono stati trovati nel sangue di animali ed esseri umani in tutto il mondo.  (2) I ricercatori hanno  confermato i gravi problemi di salute  per quanto riguarda PFC, compreso il rischio di cancro.  Come molte altre tossine in casa, PFC si accumulano nel vostro corpo nel tempo.  PFC causa danni al fegato, reni, organi riproduttivi. 
Formaldeide: è spesso aggiunto agli indumenti per impedire il restringimento del materiale.  Poiché viene applicato con calore durante la lavorazione è permanentemente attaccato alle fibre.  Esso non può essere lavato.  Formaldeide può risultare un irritante, reespondabile dell' insorgenza dell'asma e sintomi di asma (4) secondo la classificazione UE; la formaldeide è un cancerogeno di classe 3.  (5)
Rayon fatta da pasta di legno, che viene trattata con soda caustica e acido solforico.
•Abbigliamento resistente alla fiamma, come pigiami per bambini, sono stati trattati con ritardanti di fiamma (INTERFERENTI ENDOCRINI E NANOMATERIALI) ed emettono gas formaldeide. 
 Cotone poliestere: sono comunemente trattati con formaldeide e ammorbiditi con sostanze chimiche come l'ammoniaca.  (3). Ci sono due forme primarie di poliestere, PET (polietilene tereftalato) e PCDT (poli-1, 4-cyclohexylene-dimetilene tereftalato).  La maggior parte poliestere è anche prodotto con antimonio, un agente cancerogeno che è tossico per il cuore, polmoni, fegato e pelle.  (6)  
•Coloranti e decoloranti tessili: contengono metalli pesanti tossici quali cadmio e cromo.  (3)

3. Rimuovere tessuti artificiali dai mobili
Se, giustamente, si è contro lo sfruttamento degli animali, contro pellicce e tessuti in pelle, risulta assurdo (oltre che altamente dannoso) sostituirli con materiali sintetici. Ad esempio la pelle sintetica certo non ha le proprietà della pelle vera, quindi perchè usarla? Se siamo contrari alla pelle, perchè mantenere ed ambire al finto look?? Come essere vegetariani e mangiare finti hamburger di verdure o soia. Pensateci, è un vero controsenso. Un finto perbenismo, e senso "umano"... che "obbliga" a non usare determinati prodotti, ma in realtà li vorremmo, quindi creiamo il sostituto.

Se avete quindi poltrone in camera, o imbottiture della testata del letto, in simil pelle, è bene, lentamente rimuoverle. Può essere sorprendente  apprendere che il cloruro di polivinile (PVC), è spesso usato in pelle sintetica. PVC è ampiamente considerato come il più pericoloso di tutta la plastica. Esso è reso più flessibile con l'uso di plastificanti tossici — in genere gli ftalati, che sono noti gli interferenti endocrini.

4. Rimuovi pannello truciolare e MDF     
Sicuramente questo è il punto più difficile, perchè l'aspetto economico entra prepotentemente in gioco. Non servono cambiamenti immediati, ma pensateci veramente di attivarli.
Questo materiale dovrebbe, in ogni caso, stare ben lontano dalla vostra camera da letto.

MDF è certamente realizzato partendo dal legno... ma è un vero tranello.
Le fibre di legno  vengono tagliuzzate, ammorbidito e ridotte in polvere. La polvere è combinata con resine e altri agenti collanti e compattata in piani solidi. Esistono vari tipi di MDF, dai pannelli sottili ai pannelli ignifughi (si ritorna al discorso di prima sull'anti fiamma..). La sostanza chimica che provoca la maggior parte della preoccupazione è la formaldeide, che può aggravare l'asma e altre patologie polmonari, irritare le membrane mucose e causare dermatiti da contatto. [5]  Vero che con il tempo la tossicità decresce, ma ci vogliono circa dieci anni per avere un mobile, quasi libero.   

Dal 1° Aprile 2015 (posticipato al 1° Gennaio 2016), con l’applicazione del Regolamento (UE) 605/2014, che ha modificato il regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP), la classificazione della Formaldeide è stata rivista e da un sospetto cancerogeno di categoria 2″ è stata catalogata come “Carcinogeno di categoria 1B“, che cioè può provocare il cancro, introducendo così anche una novità in materia di valutazione del rischio chimico. Infatti la nuova classificazione della Formaldeide, ai fini della vigente normativa in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, fa scattare, nel caso di utilizzo di tale sostanza in ambito aziendale, l’applicabilità del Titolo IX Capo II Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, ovvero le disposizioni relative alla “protezione da agenti cancerogeni e mutageni”.


Cerca mobili in legno massello anche  nei mercati delle pulci, e sostituisci dove puoi vetro, metallo. Evitar, in ogni caso, l’acquisto di mobili con formaldeide persino quelli con il marchio CQA-Formaldehyde E1, che contraddistingue le produzioni di pannelli a bassa emissione di formaldeide, rispondenti ai requisiti imposti dalle normative internazionali in materia. Il sito dell’APAT (Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e per i servizi Tecnici) ci spiega che oggi è disponibile un sistema estremamente semplice in grado di misurare in due ore la concentrazione di formaldeide presente nell’ambiente. Quali i veri rischi del MDF. Comprare mobili e materiali rifiniti in legno che abbiano superfici e bordi laminati (i pannelli grezzi o comunque non laminati emettono più formaldeide rispetto a quelli ricoperti).

5. Rimuovere tappeti     
Legno o piastrelle sui pavimenti sono più facili da pulire e rappresentano una opzioni migliori per l’allergia, asma, o malati di MCS. Anche se i tappeti possono sembrare belli in camera da letto, trattengono sporcizia,  acari della polvere e altri allergeni. Se è possibile, eliminare tappeti e moquette.

Quasi tutti tappeti e moquette sono poliestere, fabbricati con antimonio, cancerogeno che è tossico per il cuore, polmoni, fegato, e la pelle. Molti tappeti sono fatti anche di olefine (polipropilene). Anche il nylon, che è in fibra sintetica a base di petrolio inventato nel 1930 da DuPont è comune nei tappeti.

Se li amate, assicuratevi che siano in lana o vero cotone, i cui colori siano organici, ma anche in questo caso, non teneteli in camera.

6. Usare vernici 'No VOC'    
Se si decide di dipingere una stanza, soprattutto la camera da letto, usarevernici No-VOC (composti organici volatili). I VOC  sono, composti instabili contenenti carbonio che vaporizzano facilmente in aria. Vanno scelte vernici a bassa tossicità e bassa emissione di VOC (composti organici volatili) e soprattutto senza la terribile formaldeide che lo IARC (International Agency for Research on Cancer) ha giudicato altamente cancerogena, o ancora: benzene, solventi tossici come lo xilolo ed il diclorometano. Possibilmente i prodotti che sI acquistano non dovrebbero contenere nemmeno metalli pesanti come piombo, mercurio, cromo esavalente, arsenico, titanio o cadmio.

7. Zona franca  da scarpe
Decisamente un must a cui si ambisce ma che difficilmente si riesce a realizzare. In realtà è uno dei primi cambiamenti da applicare, dove serve solo volontà, consapevolezza, ed un minimo di organizzazione. Anche le abitudini più difficili, con il tempo possono essere modificate.
Sarebbe, infatti,  preferibile tenere le scarpe all’esterno, per evitare polline, polvere e sostanze chimiche provenienti dall’esterno. Una soluzione semplice è utilizzare una scarpiera vicina alla porta d'ingresso e cambiarsi subito. Senza ombra di dubbio evitate le scarpe in camera!

8. Ridurre al minimo i dispositivi elettrici 
    
Se si dispone di un computer, TV o altri dispositivi elettronici in camera da letto, si può considerare lo spostamento in un’altra stanza. I dispositivi elettronici possono disturbare una tranquilla notte di sonno fino ad interromperlo. I dispositivi possono creare vere modifiche cerebrali.

  1. Spegnere il wifi o in tutta la tua casa, o per lo meno, tenerlo fuori dalla vostra camera da letto.
  2. Tenere i dispositivi wireless e cordless fuori dalla camera da letto - nessun telefono cellulare, computer portatile, baby monitor, ecc
  3. Qualsiasi collegamento elettronico (come una sveglia o una lampada) deve essere tenuto lontano dal letto. Meglio ancora, utilizzare quelli a batteria. Si prega di non ricaricare il cellulare sul comodino vicino alla tua testa per tutta la notte!!
  4. Lasciare un po 'di spazio tra il muro e il letto.
  5. No schermi (computer, telefono, TV) almeno un'ora prima di coricarsi per ridurre l'esposizione alla luce blu

9. Sostituire o coprire il tuo materasso      
Altro passo difficile da affrontare, in quanto i costi sono talvolta proibitivi!
La realtà è che i materassi tradizionali vengono spruzzati con prodotti chimici ignifughi e resistenti alle macchie. Molti materassi sono costituiti da schiuma che può rilasciare gas per anni. Un progetto da mettere in cantiere. Ne va della propria salute.

Alcuni dei ignifughi che siamo a conoscenza sono:
Acido borico - può causare danni neurologici e riproduttivi.
PBDE (eteri di difenile polibromurati) - Usato nei materassi venduti prima del 2004, ma da allora sono stati eliminate a causa della loro tossicità.
Formaldeide - un noto cancerogeno che può causare irritazione del tratto respiratorio.
Antimonio - un metallo pesante che può causare danni ai polmoni e il cuore, e un possibile agente cancerogeno.

La schiuma memory, utilizzata nella maggior parte dei materassi, in realtà rilascia composti organici volatili (VOC), attraverso rilascio di gas, che vengono poi inalate. VOC non sono uno scherzo e sono stati collegati a patologie respiratorie, come l'asma, in adulti e bambini.
Il tema sulla tossicità del materasso è troppo lungo e dettagliato da trattare in questo post, ma andremo molto più nel profondo in un prossimo articolo. Per ora, è sufficiente sapere che il vostro materasso è un must da valutare, quando si sta cercando di ottenere una camera da letto non tossica.

10. Rimuovere tende/ oscuranti, trattati chimicamente
Tende ed oscuranti sono utili ma sostituitele con tende in tessuto organico. Le persiane possono anche essere un’ottima scelta. Se si sta costruendo una nuova casa o rimodernando, si può considerare di realizzare tende a vetro facilissime da pulire

11. Acquistare un depuratore d'aria      
Se potete permettervelo uno per tutta la casa, è un investimento meraviglioso. Anche un filtro aria portatile che può essere spostato da una stanza all’altra è un’ottima scelta. Cercare uno con HEPA, ed essere sicuri che tutto ciò che si acquista non produce ozono.

Questo articolo, come tanti altri sui danni di ciò che ci circonda e mangiamo, non andrebbero lettocome: "non ho alcun controllo e tutto sta avvelenandomi, siamo tutti spacciati?!" . Invece, diamo un'occhiata alle informazioni in questo post come una cosa positiva. Qualcosa che possa "illuminare" la nostra intelligenza. Qualcosa a cui fare riferimento quando siamo pronti a fare il prossimo passo nel nostro cammino per una camera da letto non tossica, o meglio una vita meno tossica.


http://home.howstuffworks.com/home-improvement/household-safety/tips/dangerous-home-products3.htm
http://home.howstuffworks.com/home-improvement/construction/materials/low-voc-paint.htm
https://wakeup-world.com/2014/04/02/how-to-create-a-healthy-non-toxic-bedroom/
http://myhealthmaven.com/clothes-making-sick/
https://www.cancer.gov/about-cancer/causes-prevention/risk/substances/formaldehyde/formaldehyde-fact-sheet
http://www.infoplease.com/dk/science/encyclopedia/synthetic-fabrics.html
https://oecotextiles.wordpress.com/2010/02/17/will-the-antimony-in-polyester-fabric-hurt-me/

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...