sabato 28 gennaio 2017

COME PULIRE E SMACCHIARE I TAPPETI PERSIANI, DI LANA, CON NODI. ERRORI DA EVITARE.




Ci sono vari tipi di tappeti, qui si parlerà di tappeti persiani, annodati, comunque non quelli di cotone o ciniglia per il bagno da mettere in lavatrice...(la cui manutenzione è molto più facile) . Vedremo insieme cosa fare e cosa non fare   per la corretta manutenzione, sfatando anche qualche mito.

Pulizia tappeti persiani di lana, cotone, o sintetici con nodi


Dal più pregiato al più economico, tutti i tappeti lavorati con nodi non vanno assolutamente battuti. Questo rovina i nodi e la lana (o il materiale di cui è fatto) del vello anteriore. Usarla solo quando si procede al lavaggio ogni sei mesi.
Dal più pregiato al più economico, non va passata l'aspirapolvere sul davanti ma esclusivamente sul retro. Il tappeto va rigirato ed aspirato.
I tappeti lavorati con i nodi non vanno lavati in lavatrice.

Quindi come pulirli dalla polvere?

Scopa di saggina con fibre lunghe circa 20 centimetri.
Utilizzo dell'aspirapolvere per rimuovere la polvere sul retro, in questo modo non andrete a rovinare i nodi.

Ovvio queste le indicazioni per la perfetta manutenzione, poi diventa comprensibile che la vita di tutti i giorni possa in qualche modo portare ad usare l'aspirapolvere, ma consapevoli del fatto che state accorciando la vita al vostro tappeto, e se si tratta di un tappeto importante, persiano, magari originale, è un peccato.

Come usare l'aspirapolvere sui tappeti persiani o comunque annodati

Se volete procedere con l'aspirapolvere fatelo con tantissima cura. Impostate l’aspirapolvere alla minima potenza e utilizzate il beccuccio adatto a tessuti e tappeti. La cosa importante da ricordare è che l'spirazione va effettuata sempre nel verso del vello (passando la mano il pelo non si alza) e di sollevare l'aspirapolvere dopo ciascun movimento, in modo da non passarlo avanti e indietro! Prestare inoltre attenzione alle frange, assicurandosi che non vengano aspirate dal becco dell'aspirapolvere. L’uso del battitappeto è sconsigliato, poiché potrebbe rovinare le fibre del tappeto persiano.

Cosa è importante fare periodicamente
Importante è la pulizia costante (giornalmente o ogni due giorni) per la rimozione della polvere (con i primi metodi consigliati). Se fatto abitualmente tutto si riduce e si velocizza.

Ogni 6 mesi procedere ad una pulizia profonda del vello evitando detergenti forti.

Come lavare i tappeti persiani/ annodati



Per pulire un tappeto persiano vi serviranno:

Scopa di saggina/aspirapolvere (meglio evitare)
Panno morbido
Guanti di gomma
Bacinella
Aceto bianco

Come procedere:
La prima cosa da fare, come per tutti i tappeti, è eliminare la polvere e i residui, come indicato in precedenza. Se ne avete la possibilità, appoggiate il tappeto su una superficie liscia e pulita in giardino o nel terrazzo, e lavatelo con acqua fredda. Se lavate il tappeto dentro casa, inzuppatelo con l’aiuto di un panno morbido e dell’acqua.
Se il tappeto è molto sporco e i suoi colori si sono spenti, potete pulirlo con
dell’aceto. Riempite una bacinella con acqua fredda e aggiungeteci mezza tazza d’aceto bianco. Immergeteci un panno morbido e passatelo con cura su tutto il tappeto. 
Risciacquate accuratamente il tappeto per eliminare tutti i resti d’aceto.
Lasciatelo asciugare, capovolgendolo di tanto in tanto, evitando l’esposizione diretta alla luce del sole.

Come fare lo shampoo per pulizie profonde del tappeto


Ingredienti

2 tazze di bicarbonato
20 gocce di olio essenziale di lavanda
8 gocce di olio essenziale di rosmarino (potete usare anche il tea tree in alternativa)
½ tazza di aceto bianco
2 tazze di acqua calda

Come procedere
Amalgamate in una ciotola di plastica il bicarbonato e gli oli essenziali, mescolate bene. Spargete la miscela sul tappeto con le mani (usate i guanti) o panno morbido. Quindi versate in un secchio l’acqua calda e sciacquate abbondantemente. Come ultimo passaggio uno straccio imbevuto di aceto da passare su tutto il vello per ridare vita ai colori e tessuto.
Una volta asciugato passare sul retro l'aspirapolvere ed eventualmente spazzolare con la scopa di saggina.⇨ Non combinate insieme aceto e bicarbonato, la reazione rovinerebbe la trama.

Correlato:7 ERRORI CHE STAI FACENDO USANDO I DETERGENTI NATURALI
Come eliminare le macchie dai tappeti

Oltre alla "spazzata" quotidiana è importante pulire periodicamente i tappeti soprattutto se piano di gioco di bambini, rimuovendo le eventuale macchie.

    Per le macchie di piccola e media entità prendete una tazza e riempitela per un quarto di aceto bianco. Versate l’aceto in un erogatore spray e aggiungete una tazza di acqua calda. Andate quindi a inumidire la zona, sfregando bene. Attendete alcuni minuti e poi levate l’eccesso di prodotto con della carta assorbente. (Se avete già pronto il vostro spruzzino all'aceto, potete usare tranquillamente quello)

    Per le macchie più profonde, vi sarà l'aggiunta del sale. Sfregare la macchia con sale grosso ed un panno imbevuto di aceto. Lasciare agire qualche ora e poi levare l'eccesso.

Leggi anche: COME TOGLIERE LE MACCHE DI BIRO e INCHIOSTRO SU PELLE, COTONE, LANA E SISNTETICI

Ovviamente ogni macchia va trattata a se, ad esempio nel caso di cera sui tappeti: è necessario mettere della carta assorbente sopra la macchia passando il ferro da stiro, in questo modo il calore del ferro scioglierà nuovamente la cera e la carta la assorbirà rimuovendola completamente dal tappeto. Quando il più della cera sarà tolta basta rimuovere le rimanenze con un po’ di trielina.

    Se, invece, sono caduti sul vostro tappeto accidentalmente della birra, del tè, del vino è necessario agire immediatamente per evitare che il liquido venga assorbito dal tappeto: asciugate per bene l’area interessata (sempre con della carta assorbente) senza strofinare e poi seguire ... »continua

Per eliminare i cattivi odori dai tappeti basterà cospargere del bicarbonato  su tutta la superficie, lasciare agire tutta la notte e rimuovete con scopa di saggina e l’aspirapolvere sul rovescio, il giorno dopo. Altra soluzione è spruzzare il vostro detergente aceto-arancio lasciando asciugare bene.

Correlato: COME FARE UN ELIMINA ODORI SIMIL FEBREZE FATTO IN CASA, VERSIONE NO TOSSICA SENZA AMMORBIDENTE


Correlato: Come eliminare le macchie di... Segni profondi nel tappeto

Qualora il tappeto dovesse presentare segni profondi o altri tipi di segno dovuti ad un mobile o simili è possibile eliminarli facilmente. Iniziare sciacquando un panno in acqua fredda e stenderlo sull'area che presenta i segni. Prendere poi un ferro da stiro e passarlo sul panno un paio di volte, nel senso del vello. Se così facendo il segno non è ancora scomparso, si può ripetere l'operazione.


Se vuoi rimanere aggiornato su PULIZIE al NATURALE DELLA CASA, inserisci gratuitamente la tua email nel box qui sotto:

Easyhome
Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter
... oppure inserisci i tuoi dati:


L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter gratuitamente.




Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...