mercoledì 14 dicembre 2016

LA RICETTA PER PREPARARE IN CASA IL PANDORO, SEMPLICE, SENZA SFOGLIATURA




Troppo difficile? Rischio di rovinare tutto? Ma lo stampo dove lo trovo?

Con questa ricetta, forse lunga, ma semplice, il risultato è assicurato, e vi darà soddisfazione! Si tratta di una ricetta senza sfogliatura per cui ringrazio Alessandro.
Lo stampo? Lo potete trovare tranquillamente in ogni negozio di accessori per cucina ben fornito, oppure se non avete molto tempo per cercare, ne troverete molti modelli online.

Mi raccomando lo stampo deve essere per 1 Kg. Per lo stampo del dolce, spendete 5 euro in più, ma evitate materiali tossici.


Tempo totale di preparazione dalle 6 ore e mezza alle 8 ore, dipende dalla temperatura e tempi di lievitazione. Non spaventatevi, serve si una giornata, ma il procedimento è molte semplificato, quello che vi porterà via più tempo è l'ultimo impasto.

Biga
    65 g  Farina Rigorosamente Manitoba ad alto contenuto di glutine
    33 g Acqua a 30c
    16 g  Lievito di birra (o Lievito Secco 5 g)
   
Primo Impasto
    120 g  Farina Manitoba
    30 g  Zucchero
    65 g  uova intere
   
Secondo Impasto
    250 g  Farina Mantoba
    130 g Zucchero
    14 g Miele
    185 g Burro
    160 g Uova Intere
    28 g Tuorli
    Aroma di Vaniglia
    Raschiatura di Limone

Per ogni passaggio potete segnare con un x il punto in cui siete. Per la versione in pdf Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

1. Preparazione della biga (tempo 60-90 minuti)

▢ Sciogliete il lievito nell'acqua a 30°C

▢ Aggiungete tre quarti della farina

▢ Mischiate con una spatola

▢ Quando la farina e' assorbita, rovesciate la pasta sul tavolo di lavoro
    impastate con le mani aggiungendo a poco a poco la farina

▢ Quando ottenete un impasto piuttosto liscio, formate una palla

▢ Disponetela nella ciotola

▢ Coprite bene

▢ Fate lievitare fino al raddoppio del volume (60-90 minuti)

2. Preparazione Primo Impasto (tempo 60-90 minuti)

▢ Mettete la biga nella conca dell'impastatrice

▢ Aggiungete la farina, lo zucchero e meta' delle uova

▢ Iniziate ad impastare

▢ Aggiungete a poco a poco il resto delle uova
▢ Impastate per 10-15 minuti fino a che la pasta non si stacca dalle pareti 

▢ Potete facilitare il distacco, fermando l'impastatrice a meta' dell'impasto e  staccando la pasta dai bordi e dal gancio con una spatola

▢ Formate una palla e mettetela a lievitare in un contenitore al riparo dagli spifferi possibilmente a 25 °C e ben coperta in modo che non faccia la crosta

▢ Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume (60-90 minuti)

3. Preparazione Secondo Impasto (tempo 3 ore e 30/40)

▢Aggiungete al primo impasto la farina, lo zucchero,il miele, i rossi d'uovo, la  raschiatura di limone e la vaniglia

▢ Iniziate ad impastare per qualche minuto

▢ Aggiungete poco alla volta le uova intere

▢ Non disperate se sembra un pasticcio. Se usate la farina manitoba, pian pianino l'impasto assorbirà le uova e inizierà a staccarsi dalle pareti

▢ Anche in questo passaggio potete fermare l'impastatrice dopo qualche minuto e staccare la pasta dai bordi e dal gancio e rovesciarla su se stessa

▢ Quando le uova sono assorbite, aggiungete poco alla volta il burro a pezzettini a temperatura ambiente

▢ Continuate ad impastare per 30-40 minuti fino a quando il burro non e' assorbito, la pasta si stacca dalle pareti e diventa molto liscia ed elasticissima

▢ Spolverate il tavolo di lavoro e le mani di farina (o imburrate tavolo e mani)

▢ Piegate la pasta su stessa 2-3 volte, quindi formate una palla liscia

▢ Imburrate lo stampo del pandoro

▢ Mettete la pasta nello stampo da 1 Kg con la parte liscia rivolta verso il fondo

▢ Imburrate leggermente la superfici in modo che non faccia la crosta e coprite bene

▢ Mettete a lievitare fino a che la pasta non raggiunge il bordo (circa 2-3 ore a seconda della temperatura)



4. Cottura (tempo 35-45 minuti)


▢ Portate il forno a 150c e Infornate facendo molta attenzione a non scontrare lo stampo per non rovinare la lievitazione
▢ Cuocete per 35-45 minuti a seconda del forno

Se usate lo stampo tradizionale  dovrebbe alzarsi di qualche centimetro sopra bordo durante la cottura.

▢ Lasciate raffreddare per 30 minuti

Un accorgimento: per evitare che si afflosci una volta tirato via dallo stampo lasciarlo intiepidire dritto nello stampo fuori dal forno. Dopo un quarto d’ora circa inclinarlo leggermente sul piano favorendo la fuoriuscita del vapore e avendo cura di ruotare man mano lo stampo con pause di 10’. Si toglie dallo stampo una volta completato il giro e raffreddato il pezzo. Solo dopo alcune ore, quando è veramente freddo, si imbusta.
E' sempre meglio mangiarlo il giorno dopo perché il gusto migliora

Se volete invece conservarlo per mangiarlo nei giorni successivi, lasciatelo raffreddare completamente, quindi chiudetelo ermeticamente in un sacchetto di plastica in modo che non asciughi.




Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...