domenica 18 dicembre 2016

COME PULIRE LE SCARPE DI CAMOSCIO, SOLUZIONE PER OGNI MACCHIA




Il camoscio, si sa, è una delle pelli più belle e ricercate ma è anche molto delicata e tra le più difficili da pulire e lucidare: come pulirlo correttamente, senza rovinarlo?


Cosa mi serve per pulire le scarpe scamosciate?

➤    Spazzola per camoscio. Usate una spazzola con setole di gomma per togliere la polvere e i residui dalle vostre scarpe. Le troverete dal calzolaio, nei negozi di scarpe o in alcuni supermercati.
 ➤   Utilizzate acqua , se si tratta di macchie di unto pochissimo sgrassante o alcool.
➤    Applicare una piccola quantità di latte sul camoscio eviterà che le vostre scarpe diventino troppo secche.
➤    Panno morbido. Utilizzate un normale panno pulito per applicare il latte sulle scarpe.
 ➤  Prodotto specifico per il camoscio (Camoscina) Troverete questo prodotto in formato spray nei principali supermercati, dal calzolaio o nei negozi di scarpe. Applicatelo seguendo le istruzioni d’uso riportate sulla confezione.



** Prima di usare un nuovo metodo di pulizia o prodotto, chiedete consiglio a uno specialista e testate la tecnica in una piccola zona prima di usarlo su tutta la scarpa.


Manutenzione ordinaria


Indossate le vostre scarpe a giorni alterni per permettere una corretta ventilazione ed evitare l’umidità e i cattivi odori.
Evitate di indossare le vostre scarpe scamosciate nei giorni di pioggia. Il camoscio è un materiale delicato che si può rovinare se viene in contatto con tanta acqua.
Spazzolate le vostre scarpe regolarmente con una spazzola di gomma per eliminare lo sporco superficiale.
Inserite delle palle di carta dentro la scarpa prima di iniziare a pulirla per evitare che questa si deformi.
Cominciate spazzolando le scarpe o stivali con una spazzola specifica per camoscio o a setole di gomma che troverete dal calzolaio o nei negozi di scarpe. Spazzolate nella direzione del camoscio per evitare che si rovini. È importante eliminare la polvere e i residui superficiali prima di continuare con la pulizia.
Se le vostre scarpe sono specialmente rovinate in alcune zone, spazzolate solo quell’area vigorosamente per eliminare le fibre rovinate che si siano già staccate.
Se le scarpe hanno bisogno di essere ravvivate nel colore, è necessario ricorrere alla camoscina, un prodotto apposito per la pulizia di questo tipo di scarpe, disponibile in diversi colori e sfumature, che ridona alle scarpe, lo splendore del colore originario. Leggete attentamente le istruzioni d’uso riportate sul prodotto.
Conservate le scarpe in un posto asciutto per evitare che l’umidità rovini il camoscio. Non tenete le scarpe vicino a fonti di calore né a contatto diretto con la luce del sole.


Leggi anche:
➤7 ERRORI CHE STAI FACENDO USANDO I DETERGENTI NATURALI

➤QUALI SONO LE PRINCIPALI CAUSE DELL'UMIDITÀ E SOLUZIONI DEFINITIVE
 
Smacchiatura, indicazioni generali

Se nelle scarpe c'è una macchia, procedere anzitutto alla smacchiatura:

Spazzolare la superficie da trattare per togliere la polvere.
L'approccio più delicato consiste nello strofinare, su qualunque tipo di macchia, un batuffolo di cotone intriso di latte e strizzato. Altro metodo, questa volta a secco, consiste nel “cancellare” la macchia con una  una apposita gomma per camoscio (nei negozi specializzati) oppure con della mollica di pane bianco appallottolata. quindi passate sulla parte con la macchia un batuffolo di cotone inumidito con il latte e se la macchia persiste, procedere con la fase del lavaggio.
Più aggressiva la tecnica di sfregare la macchia con un panno bagnato in una soluzione di acqua, detersivo per i piatti e alcool etilico (attenzione: l’alcool per uso domestico è colorato, usatene poco – il 10% del totale – e solo su scarpe di colore scuro). La mistura va poi risciacquata progressivamente e la pelle deve asciugare lontano dal calore diretto.

Ma come lavare le scarpe di camoscio senza rovinarle? 

Preparare una soluzione, ponendo in una bacinella acqua tiepida, con un goccio di shampoo per capelli delicati ed abbondante ammorbidente o sapone per lana e seta, quindi, passare con l'ausilio di una spazzola, tutta la superficie della scarpa. Una volta completato il lavaggio, procedere a risciacquare con cura ed abbondante acqua corrente. Asciugare quindi le scarpe, lontano da fonti di calore e lontano dai raggi solari diretti, con il tacco a terra e la punta sollevata, onde evitare la formazione di aloni bianchi nella tomaia. Una volta che le scarpe saranno ben asciutte, passarle completamente, con un panno imbevuto di latte, per togliere alle calzature la secchezza del lavaggio; quando l'umidità del trattamento a base di latte si sarà asciugata, passarle la classica camoscina, per ridonarle il colore naturale


Vediamo nel dettaglio alcune macchie particolari:

Macchie di acqua


Se per esempio ci siamo inzuppati  carpe o stivali in una pozzanghera, l’unico antidoto è bagnare con un diffusore l’intera scarpa, lasciarla asciugare e poi spazzolarla, completando con la camoscina, per rendere nuovamente uniforme l’aspetto.

Leggi anche:
➤COME TOGLIERE LE MACCHIE DI CAFFÈ O THÈ DA COTONE, LANA, SINTETICI, PELLE

Macchie di muffa

Prendete un panno di cotone pulito e imbevetelo con una miscela di acqua (90% della quantità) e di alcol (10% della quantità).
Strofinate la pezzuola sulla macchia di muffa usando sempre lo stesso verso.
Stendete la giacca all’aria, ma non ai raggi del sole diretti.

Leggi anche:
➤COME ELIMINARE LA MUFFA DAI VESTITI, SOLUZIONI AL NATURALE

Per le macchie di unto


Se vi siete accorti del danno in tempo, per prima cosa tamponate la macchia con del borotalco oppure del bicarbonato. Una volta seccata la “crosta”, applicate la pasta lavamani  o sgrassante delicato e frizionatela con le dita bagnate, in modo da sciogliere il grasso. Ripetete l’operazione finché la macchia sparisce inumidire leggermente e poi eliminare con una spazzola.

Leggi anche:
➤COME TOGLIERE LE MACCHIE DI GRASSO DA COTONE, LANA, SINTETICI, PELLE


Macchie di inchiostro


Per le macchie persistenti di inchiostro, laddove il metodo del latte non abbia funzionato, si può provare ad asportare il segno con l’aiuto di una limetta per le unghie o di un pezzetto di carta vetrata a grana grossa. Alcuni solventi per inchiostro possono essere utilizzati anche sulla pelle: sul camoscio questo trattamento potrebbe rappresentare un rischio, dunque sarà prudente tentare prima su un angolo nascosto della tomaia, per esempio la linguetta.

Leggi anche:
➤COME TOGLIERE LE MACCHE DI BIRO e INCHIOSTRO SU PELLE, COTONE, LANA E SISNTETICI


Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...