martedì 25 ottobre 2016

COME ELIMINARE MACCHIE DI BRUCIATURA, ALCOOL, OLIO, ACQUA,CAFFÈ, INCHIOSTRO DA MOBILE IN LEGNO



Mobile accidentalmente rovinato da bruciatura, alcool, inchiostro olio; queste sono alcune situazioni che potrebbero farci ritenere il nostro arredo completamente rovinato, in realtà con pazienza è possibile recuperarlo tranquillamente.

Bruciatura di sigaretta
- Per prima cosa bagnare la parte bruciacchiata del legno con qualche goccia di limone e lasciare agire per qualche secondo. 
- Sovrapporre subito un po' di cenere di sigaretta, il che farà formare una leggera schiuma. 
- Quando l'effetto si sarà smorzato, passare il legno con paglietta 0000 e strofinare bene, ripetendo l'operazione più volte sino a quando la macchia si schiarisce. 
- Ora sarà necessario raccordare la tinta con il colore ad olio, avvicinandolo al mobile per controllare la tonalità. Trattare con il colore prima la zona della macchia e poi passare il colore su tutta la superficie.

Partire sempre con colori chiari per poi scurire man mano, dal momento che è molto più facile scurire piuttosto che schiarire. Trattare prima la macchia e poi dare una passata di colore a tutta la superficie, in modo che il tutto risulti quanto più omogeneo possibile.



Alcolici e acqua
Dalla bottiglia di alcool per detergere, al flaconcino di acetone per concludere con il bicchiere di liquore, può accadere di ritrovarsi il piano del mobile con la famosa macchia tonda.

- Asciugare subito e strofinare la parte rovinata con un poco di trementina
- Se la macchia è stata già ampiamente assorbita occorre rimuovere la finitura con carta vetrata finissima e riapplicare la finitura. 
- Strofinare la zona scolorita con una mistura di olio e alcol metilico, oppure è anche possibile strofinare la parte da trattare con alcol metilico, quindi posizionare se possibile il mobile in modo che la parte del legno da trattare risulti in posizione verticale e dare fuoco all'alcol, facendolo bruciare dal basso verso l'alto della zona danneggiata.
Si otterrà così una buona trasparenza delle superficie che poi andrà levigata e rifinita con gommalacca applicata a tampone.

Lo stesso procedimento è indicato per la rimozione delle macchie d'acqua.


Olio e cera
Se qualche macchia d'olio si dovesse presentare all'interno di una credenza, imbevete uno straccio con trielina e strofinate la macchia. Ripetere l'operazione più volte fino ad ottenere un risultato soddisfacente. Se però l'operazione non dovesse dare i risultati voluti, cospargere con talco e una volta asciutto spazzolare.

Su mobili che devono essere restaurati, è possibile intervenire anche con il calore. Spargere del talco sulla macchia, coprire con carta assorbente e passare con il ferro da stiro a temperatura media, e insistere fino alla scomparsa della macchia.

Il metodo del calore viene usato anche per la cera.


Inchiostro
Le macchie di inchiostro in generale, anche sui tessuti, sono tra le più difficili da eliminare, più che mai sul legno.
Infatti se si macchi il fondo del cassetto e con la tamponatura con latte non dovesse bastare, non ci sono molte soluzioni.
Se la macchia risulta su mobile da restaurare si può attenuare o scolorire bagnando con varichina o liquido a base di acido ossalico e poi patinare nuovamente la superficie. Questo tipo di macchia risulta comunque sempre più rara visto che le boccette di inchiostro non si usano quasi più.

Caffè

Se si rovescia del caffè caldo, asciugare subito e strofinare con una miscela al 50% di olio lino crudo e trementina. Catalizzare con aceto e applicare la cera.

Macchie dovute al calore

La gommalacca viene rovinata dal calore, quindi evitare di appoggiare piatti, pentole roventi. Spalmare una miscela di olio vegetale e sale lungo la venatura, lascia agire per un paio d'ore e alla fine rimuovi il tutto.
Mordente sbiadito
Normalmente i mordenti tendono a schiarire con il tempo, ma in modo uniforme. Se invece compaiono macchie più chiare, probabilmente sono presenti sul legno della tracce di varechina o acido ossalico, che aggrediscono la coloritura.
Occorre in questo caso rimuovere la finitura e neutralizzare con acqua e borace. lasciare asciugare completamente e ripetere la finitura.

Le macchie più semplici
Le macchie nel legno più semplici da eliminare sono quelle prodotte da liquidi zuccheri. In questi casi basta lavare con acqua calda e poi asciugare. Nel caso che la macchia si fosse solidificata, prima carteggia con una carta molto fine e poi lucida passando della gommalacca a tampone.


Raccordi di colore e patina, alcuni trucchi
Se ci troviamo a dover ripristinare un mobile che ha subito una piccola riparazione quale l'applicazione di un tassello, sicuramente il legno adoperato, seppur invecchiato, non sarà mai identico a quello originale. A questo punto, per uniformare la patina è necessario dipingere con colori ad acqua o anche ad olio, la parte inserita mescolando i colori. Per trovare la tonalità giusta, sarà bene partire da colori chiari per poi scurire gradualmente e, comunque, prima di passare al lavoro definitivo, è sempre meglio effettuare una prova su di una tavoletta di scarto.
Cercare di fondere la tinta con quella circostante la riparazione, aspettare che si asciughi e e applicare della gommalacca per controllare l'effetto.
Dopo l'essiccazione levigare con paglietta 0000 e, se il ritocco dovesse risultare troppo chiaro, ripassare con altra tempera fino a raggiungere la tonalità desiderata. Per accentuare l'invecchiamento e produrre l'effetto di un'antica polvere su cornici ed angoli degli sportelli, applicare della colla bianca diluita in un po' d'acqua con l'aggiunta di un po' di terra dello stesso colore del mobile da trattare. La colla, una volta asciutta, lascerà un leggero alone biancastro che sparirà con la verniciatura. Per uniformare il colore, sui punti chiari tracciare qualche pennellata tenendo presenti le caratteristiche del legno, purchè lo si faccia con la massima attenzione e senza esagerare, altrimenti si corre il rischio di involgarire il mobile. E' bene tener presente poi che è sempre meglio una sola pennellata, piuttosto che tanti piccoli segni. Prima di lucidare e incerare, fare asciugare perfettamente e procedere alla solita levigatura con paglietta 0000.


Fonte principale
"Restaurare mobili" di Giunti demetra
























Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...