martedì 4 ottobre 2016

DECLUTTERING:LE 5 REGOLE GENERALI COME, DOVE, QUANDO, PERCHÈ E COSA





Si arriva di corsa, si appoggia la bolletta sul mobile, poi le scarpe di volata dove capita, i fogli si accumulano, gli oggetti pure e a fine settimana quando servirebbe il riposo fisico e mentale, nel sedersi sul divano si prende atto della baraonda totale in cui ci siamo avvolti e lo sconforto assale.
Il nervoso si ripercuote su chi ci è accanto ed il circolo vizioso ha inizio.
Il disordine fa sentire sopraffatti dalla stanchezza, porta a rimandare..a quell'odioso procrastinare senza fine.

Il tempo ci sembra quello che è: sempre poco e vissuto di fretta.
È possibile stare anche dietro alla casa?
Si fattibile, basta sempre volontà, in questo caso collaborazione se siete più di uno e pochi minuti al giorno.

Con l'arte di liberarci del superfluo possiamo non solo mantenere gli spazi quotidianamente in ordine, alleggerendo così tutte quelle situazioni caotiche che portano stress visivo e fisico, ma lavoriamo anche per il nostro benessere mentale.La casa non sono solo quattro mura che ci proteggono da freddo e caldo ma sono veramente lo specchio di noi stessi.

Secondo il feng shui ricordiamo che ogni stanza è un aspetto della nostra vita...Ricordiamolo insieme..in DECLUTTERING: L'ARTE DI FAR SPAZIO.
Vogliamo pace nella nostra vita ma quando siamo circondati dal disordine non c’è pace intorno a noi.

Sfatiamo il mito che il decluttering sia sinonimo di regole rigide.
Decluttering è una scelta individuale di pulizia, dove attraverso un percorso personale si fanno delle scelte che diventano “per sempre e per la vita”.
Possiamo essere essenziali, una volta letti i passi principali elaborarli nella nostra mente creando il nostro ritmo e modo, o divertirci con schede e planning.
Niente è perfetto, niente è sbagliato.
Il nostro singolo metodo sarà perfetto perchè nostro.
Lo sbarazzarsi delle cose inutili è legato ad un processo di crescita personale il cui fine è quello di rinunciare al superfluo per semplificare la propria vita.

Tutto ha inizio dal decluttering

Materiale


Sacchi della spazzatura
Scatole per ciò che desideriamo regalare
Sacchi per donare
Forbici per tagliare i capi e farne stracci

Da dove iniziare

Se non avete mai fatto decluttering iniziate con ordine, pianificate.

Declutter dell'ingresso
Declutter della camera e armadio
Declutter della cucina
Declutter del bagno
Declutter della sala
Declutter del garage

Scegliete una zona, spalmate il lavoro anche in una settimana. Iniziate da un cassetto, da un comodino o anta alla volta.
15 minuti al giorno, senza esagerare.
Insegnate anche ai vostri bambini il mini declutter giornaliero, 5 oggetti "archiviati"  dalla loro cameretta a fine giornata di tutti i giorni.

Le 5 regole generali


- 15 minuti
Dedicare 15 minuti al giorno per tutta la settimana ad un ripulisci armadio e cassetti. Perchè 15 minuti? Perchè il riordino non piace..o piace troppo quindi si rischia o di procrastinarlo...o di essere maniache, quindi una piccola dosa da equilibrio.Secondo per chi lavora,in particolare chi fa i turni come me...spesso tornare a casa dopo otto ore non ha ne tempo ne voglia di affrontare l'immensa mole di lavoro che comporta il cambio armadio..quindi 15 minuti tutti hanno tempo..15 mintui al giorno volano e non ci si accorge di nulla, basta solo rispettarli!!..perchè si rischia di prenderci gusto e sforare.. assolutamente no!

- Non tirar fuori più di quel che non si può fare..
Non tirare fuori più di quel che si può fare in 15 minuti... anche se è solo un ripiano,un cassetto..15 minuti al giorno ed a fine settimana vedrete i risultati!!!Sappiatemi dire!

- Non sforare il tempo
Non sforare il tempo.. magari già che ci siete direte, oggi faccio 30.
No,una regola piccola ma importante, per il resto dell'altro tempo fate altro.
15 minuti di timer e quando suona finire veloce!!

- Sbarazzarsi in modo immediato di ciò che abbiamo archiviato con le
  6 domande da farsi

Domande da farsi per ogni capo o oggetto che troveremo anche in angoli remoti...

- Mi piace questo capo?

- L'ho usato quest'anno?..ne ho uno migliore?

- Mi sta ancora? o lo tengo solo nella sperando che che un giorno dimagrirò?

- E' legato a situazioni emotivamente tristi?..tutto ciò che porta tristezza è bene liberarcene, magari porterà gioia a qualcun altro...

- Posso regalarlo a qualcuno?

- Posso riciclarlo?

- Imponiti 5 cose in declutter al giorno!

DEVONO ESSERE MESSE IN DECLUTTERING ALMENO 5 CAPI AL GIORNO!! sempre che non abbiate fatto una pulizia settimanale costante durante l'anno e quindi l'armadio sia bello snello!!.. a quel punto scendere ad una decina totali per l'intera settimana.


I 5 modi per far uscire di casa  l'inutile


Tiriamo fuori tutto:
  • aggiustiamo le cose rotte o non perfettamente funzionanti
  • dividiamo grossolanamente ciò che usiamo ora da ciò che usiamo raramente da ciò che è anni che non usiamo
  • rimettiamo dentro(scatola,cassetto,armadio) solo ciò che usiamo
  • tutto ciò che non usiamo da anni lo metteremo nella scatola inutili
  • tutto ciò che è rotto in altra scatola e provvedere entro poco,darsi una scadenza è importante, altrimenti passarlo nella scatola oggetti non usati o direttamente nel cestino spazzatura.
Gli oggetti che avremo racimolato nella scatola inutili,che non usiamo da anni passeranno più o meno rapidamente una seconda scelta...:
  • spazzatura diretta
  • riciclare
  • regalare,beneficenza
  • vendere ai mercatini dell'usato che comprano all'ingrosso
  • vendere on line 
  • Spazzatura diretta
Tutto ciò che dopo le varie domande e prese in considerazioni va cestinato va cestinato. Non esistono scappatoie.
Sempre con rispetto per chi non ha, evitando lo spreco. Non lo uso più quindi getto via.
Ricordiamoci le varie soluzioni possibili: riciclare, regalare, beneficenza
vendere ai mercatini dell'usato che comprano all'ingrosso, vendere on line


SPOTLIGHT

I libri non vanno gettati
..
Ci sono tanti punti di raccolta, bancarelle che vendono e scambiano, sale d'aspetto che possono essere arricchite da buona lettura.

Vestiti,occhiali,cinture,portafogli,scarpe.. ci sono negozi dell'usato,negozi anche come EMMAUS  che prendono l'usato,svuotano anche gratuitamente,per poi  rivenderlo veramente a pochissimo. Ci sono le amiche..chi ne ha bisogno ed un cappotto "nuovo" per loro spesso è il regalo più bello....
  • Riciclare
Questo primo punto è delicato, perchè potrebbe essere motivo di accumulo, con la scusa : "poi lo riciclo in altro" accumuliamo di tutto.

Riciclare è importante. Evitare lo spreco, aggiustare cose rotte è l'occasione per rimettere mano a tutti gli oggetti accumulati a tal riguardo,ma senza sfociare nell'armadio pieno.
Dividiamo i panni,oggetti da aggiustare, guardiamo in modo oggettivo se veramente anche riciclati,aggiustati li useremo..e se solo sorge una smorfia..o un'esclamazione si potrebbe servire dobbiamo in realtà gettarlo per il passo successivo, ovvero come farlo uscire di casa(vedere i punti seguenti)

L'importante è non trasferire l'inutile o il non utilizzato da un posto all'altro (vedi cantina o soffitta!!)

Questi prossimi ultimi due punti sono quelli veri,essenziali..dopo aver analizzato con sincerità,e motivazione gli oggetti che per tempo si sono accumulati è arrivato il momento di farli uscire di casa,quindi oltre al cestino della spazzatura vero e proprio possiamo tenere in considerazione altri tre metodi:
  • Regalare,beneficenza
Se conosciamo persone che hanno bisogno, o semplicemente un regalo perchè ciò che inutile per me diventa nuovo ed utile per altri, o ancora passaggio all'amica vestiti dei figli cresciuti.
  • Vendere ai mercatini dell'usato che comprano all'ingrosso
Tutto si può vendere: dall'oggetto più piccolo al più grande, basta trovare il canale giusto.
Questo passo deve essere fatto subito e con una scadenza. Darsi delle regole in tempi. Un negozio dell'usato normalmente opera in conto vendita e in cambio del suo operato percepisce di solito un compenso del 50%, solo in caso di vendita. Esistono migliaia di negozi dell'usato, autonomi o in franchising. Ne puoi trovare un elenco su mercatiniditalia

  • Vendere on line 
Non c'è che l'imbarazzo della scelta, anche per le meno smanettone di internet,al massimo ci sono figli e nipoti che sanno sicuramente la via!!!
Il tutto va applicato,affrontando le paure,la pigrizia con metodo,semplicità,calma e senza nessuna aspettativa.
Le aspettative inquinano la nostra vita perchè per forza saranno deluse..poichè le creiamo sempre maggiori e deluderle crea dolore, quindi blocco e negatività su di noi.
Seminiamo,il raccolto se non viene oggi ci riproviamo domani e poi domani e poi domani.. un oggetto alla volta ritorneremo liberi...

Se vuoi saperne di più:

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...