martedì 4 ottobre 2016

DECLUTTERING CUCINA: 5 REGOLE PER 5 GIORNI



Come ogni profondo decluttering -zona , anche questo è bene svolgerlo nell'arco di una settimana.
Qui di seguito è indicato un esempio, ognuno ha poi i suoi ritmi e dimensioni di stanza.

L'importante sono sempre le regole d'oro
DECLUTTERING:LE 5 REGOLE GENERALI COME, DOVE, QUANDO, PERCHÈ E COSA
  • Stabilire un tempo entro il quale deve essere svolto il lavoro della giornata e non tirare fuori più del necessario.
  • Non sforare i tempi
  • Con onestà seguire le 5 regole e domande  per portare fuori di casa gli oggetti inutili



Materiale
Le tre scatole o sacchetti

  • spazzatura differenziata
  • riciclo
  • fuori di casa (valutare poi come: regalo, vendita..)
Questo è un esempio ma se i tempi sono davvero ristretti potete fare decluttering 15-20 minuti al giorno ed affrontare un settore della cucina distribuito in una settimana.
Non occorre fretta ma metodo e costanza.
Sono stati per tanto tempo gli oggetti li, che una settimana in più o in meno certo non fa la differenza.
Il decluttering deve essere qualcosa che arricchisce, non che stressa.

LUNEDÌ mobile pentole e contenitori


Dedicato a lavare e riporre tutti i piatti, pentole.. svuotando anche la lavastoviglie.
Solo riponendo tutto possiamo renderci conto di quanti oggetti abbiamo.
Dopo un lavaggio e riassetto iniziamo dal mobile delle pentole.
Tirare fuori tutto e passare in vera rassegna secondo le regole del decluttering (link) tutti i tegami che abbiamo.
Valutiamo i fondi delle padelle (le antiaderenti diventano molto tossiche se usurate), le pentole che non usiamo da anni.
Tutto dipende dal nostro modo di cucinare ma sicuramente troveremo tegami che in realtà sono anni che prendono solo posto e diventiamo matti ad incastrare ogni volta che apriamo lo sportello.
Facciamo una cernita dei coperchi, vasi, contenitori.
Nel dubbio quelli in plastica è bene "archiviarli" nella differenziata e sostituire via via con recipienti in vetro.
Riorganizziamo lo spazio funzionale di ciò che usiamo di frequente e meno.
Sistemiamo nella scatola del "dare via" ciò che è ancora buono ma non utile per noi.
Sistemiamo nell'eventuale scatola riciclo, pentole e tegami, zuppiere e varie che con fantasia possono essere recuperati in giardino come porta vasi o donata loro una nuova vita con un buon decoupage.

Sistemiamo in una scatola tutti gli oggetti che non centrano nulla con questo settore. Nel prenderli in mano valutiamo sempre con le solite 5 domande se servono oppure no, quindi gettarli o archiviarli nella scatola giusta.

Stop al tempo.Riordino veloce e fine! gettare l'inutile immediatamente fuori di casa.

MARTEDÌ piatti e posate


Stessa procedura, lavaggio e riassetto.
Tirare fuori tutti i servizi e valutare.
Sicuramente entreranno in gioco tanti fattori ma cercando di essere sempre sinceri cercate il più possibile di archiviare ciò che veramente non usate mai.

Stabiliamo se portarli fuori di casa o dargli nuova vita.
Può venir fuori veramente di tutto... divertitevi a sistemare ed archiviare.
Ricordate sempre il riciclo, con le posate possono venire divertenti ma eleganti appendini!!

Gettare i mestoli di legno consumati, di plastica fusi..

Quando si stabilisce di riciclare gli oggetti datevi dei tempi molto ristretti, altrimenti il rischio è quello di "spostare" l'oggetto dal mobile al ripostiglio.
Sistemiamo in una scatola tutti gli oggetti che non centrano nulla con questo settore. Nel prenderli in mano valutiamo sempre con le solite 5 domande se servono oppure no, quindi gettarli o archiviarli nella scatola giusta.

Stop al tempo.Riordino veloce e fine! gettare l'inutile immediatamente fuori di casa.

MERCOLEDÌ 
i cassetti

I cassetti sono sempre il pozzo magico.
Oltre al cassetto degli asciughini ci sono i cassetti di tutti gli oggetti da cucina che talvolta non sapiamo neppure di avere... guarnizioni, tappi, elastici, sacchetti.
Per il iordino, magari usiamo barattoloni di vetro.
Controlliamo se le guarnizioni o pezzi di ricambio sono di utensili che magari non abbiamo neppure più in casa!
Riponiamo insieme tutti i foglietti delle ricette che troviamo.
Le posate fuori posto.. coltelli e mestoli.
Anche qui diamo senso ad ogni spazio... e valutiamo ogni singolo oggetto che prendiamo in mano.

Stop al tempo.Riordino veloce e fine! gettare l'inutile immediatamente fuori di casa.

GIOVEDÌ
elettrodomestici e mangiare


Tirare fuori e riporre sul tavolo tutti gli elettrodomestici (intesi come robot da cucina, mixer, frullatori..) che avete.
Valutate i doppioni, valutate se li avete mai usati e quante volte.

La sincerità è importante.
Ciò che veramente non usate o quasi deve uscire di casa... magari regalato alla mamma, all'amica, venduto..Abbiamo ampiamente parlato delle varie soluzioni di come far uscire l'oggetto di casa.

Per quanto riguarda il mangiare controllate tutte le scadenze dei lieviti, delle spezie, farine, e barattoli vari.
Se vi rendere conto che molta sarà la roba gettata sarà un valido aiuto per capire come gestire meglio gli acquisti. Valutiamo ogni singolo oggetto che prendiamo in mano e con attenzione inseriamolo nella scatola giusta!


Stop al tempo. Riordino veloce e fine! gettare l'inutile immediatamente fuori di casa.

VENERDÌ  riviste di cucina e ninnoli



Talvolta le cucine si riempiono di tanti piccoli soprammobili, oggetti che da abusivi si "fermano" in sosta e poi dimenticati.. da scontrini, penne, barattoli, foglietti, scatole..
Le riviste sfogliamole, magari c'è solo una ricetta che ci interessava, copiamola.
Le riviste non vanno gettate per forza, esistono molte bancarelle che vendono libri e riviste vecchie, oppure sale d'attesa..

Stop al tempo.Riordino veloce e fine!e gettare l'inutile immediatamente fuori di casa.




Declutter cucina consigliato almeno una volta l'anno..meglio due!


Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...