giovedì 20 ottobre 2016

CASA: TUTTI I BONUS DELLA LEGGE DI STABILITÀ 2017






Bonus edilizia

Con la Legge di Stabilità 2017 verranno prorogati per altri 5 anni Ecobonus, Bonus mobili e Bonus ristrutturazione, con un aumento della percentuale per i condomini al 75% e per le zone ad alta pericolosità sismica la detrazione IRPEF arriva fino all’85%.

 

Ecobonus

Dunque per tutto il 2017 sarà ancora possibile effettuare lavori per la riqualificazione energetica degli edifici potendo contare su una detrazione IRPEF del 65%. Per i condomini è esteso sino al 2021 e potrà salire sino ad un 70%  per l'involucro dell'edificio e al 75% per le spese per le parti comuni, con un tetto massimo di 40.000 euro ad appartamento, che dovranno però certificare il miglioramento sia per la stagione estiva sia invernale.
La detrazione prevede sempre il recupero in quote,di pari importo, ripartite in 10 anni. Le agevolazioni saranno fruibili anche per gli alberghi.
 Gli alberghi, gli agriturismi e le strutture ricettive avranno un credito d'imposta del 50% per i lavori di ristrutturazione

Bonus ristrutturazione

Rimarrà al 50% fino al 2017 anche la detrazione IRPEF spettante per gli interventi di ristrutturazione edilizia, ripartita in 10 quote annuali dello stesso importo, sino ad una soglia massima di 96.000 euro. La detrazione scadrà il 31 dicembre 2017.

Bonus mobili

Fino al 31 dicembre 2017 sarà inoltre possibile acquistare mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata da destinare agli immobili oggetto di ristrutturazione edilizia beneficiando della detrazione IRPEF del 50%, fino ad un limite massimo di spesa di 10.000 euro, da ripartire in 10 rate di pari importo. Ci sarà anche pr un altro anno il bonus mobili per le giovani coppie che abbiano acquistato una prima casa o uno dei due partner abbia meno di 35 anni.

Per approfondimenti
BONUS ARREDI NON SPETTA SEMPRE, OCCORRE UNA RISTRUTTURAZIONE STRAORDINARIA

Sisma bonus


Per le zone ad alto rischio sismico viene introdotto un nuovo incentivo che consiste in una detrazione IRPEF pari al 70%-80%, a seconda della classe di rischio ottenuta grazie agli interventi attuati, dei costi sostenuti per adeguare l’immobile alle misure antisismiche. La percentuale arriva fino all’80%  in caso di interventi che vedano interessato un intero condominio o comunque un miglioramento di 2 classi di rischio. Detraibile in 5 anni invece che 10. Il tetto massimo di spesa è pari a 96.000 euro.Previsti fino a 600 milioni nel 2017 per la ricostruzione.

- seconde case: il sisma bonus è stato esteso anche alle seconde case, ed alle attività produttive che si trovano nelle zone sismiche 1 e 2, ovvero quelle considerate ad alta pericolosità, e quelle della zona 3. Tra le spese detraibili rientreranno anche quelle per la classificazione e verifica sismica.

Per approfondimenti:

AGEVOLAZIONI ANTISISMICHE DAL 2017, LA NORMATIVA SISMA BONUS

Leggi anche

=→ Legge di Bilancio 2017: testo ufficiale del Ddl





Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...