giovedì 19 ottobre 2017

BONUS VERDE 2018: IL PRIMO SGRAVIO FISCALE PER IL GIARDINO O VERDE PRIVATO

Nuovo incentivo in legge di Stabilità 2018, battezzato Bonus Verde, sulla riqualificazione di giardini, terrazzi, balconi.



Il "bonus verde" approvato dal Consiglio dei Ministri prevede una detrazione pari al 36% per la "sistemazione a verde" di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere (terrazzi, giardini, anche condominiali), anche mediante impianti di irrigazione, nonché a lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico. Detrazione applicabile sino ad un tetto massimo di 5mila euro. Le regole operative saranno simili a quelle previste per le altre detrazioni edilizie, per cui bonifico parlante e rateazione su dieci anni.


Il Bonus Verde non è da confondersi con l’Ecobonus, ossia lo sgravio IRPEF al 65% sugli interventi di riqualificazione energetica, che è stato a sua volta prorogato ma con alcune variazioni rispetto alla precedente normativa. Si tratta di misure fiscali collegate alla manovra 2018 approvata dal Governo il 16 ottobre e attesa in Parlamento entro il 20 ottobre.

Il perchè di questa manovra secondo il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina e la Coldiretti.


"A fronte dei cambiamenti climatici che interessano sempre di più anche i nostri ambienti urbani è importante che nella prossima legge di bilancio dello Stato siano previste le misure di defiscalizzazione per il verde. Infatti piante e fiori sono la prima barriera contro lo smog": così il presidente di Coldiretti Lombardia. Ettore Prandini, dopo l'allarme inquinamento che da domani bloccherà il traffico diesel a Milano e che sta interessando l'intera regione con valori del PM10 ben oltre il limite di 50 microgrammi per metri cubo. Secondo una stima del CNR - spiega Coldiretti Lombardia - i duemila ettari di verde di Milano sono in grado di assorbire fra le 60 e le 100 tonnellate di PM10 e gas ogni anno".

Il nostro parere
Non è con un'agevolazione fiscale sui giardini, e piantando alcuni fiori o piante che si aiuta la questione clima, quello che viene definito "cambiamento climatico", e sicuramente andrebbero effettuati altri tipi d'incentivi, più concreti, più realistici, visto che abbellire il terrazzo talvolta è decisamente un lusso... Ci auspichiamo manovre più pertinenti alla condizione economica reale dei cittadini e dell'ambiente.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...