giovedì 14 dicembre 2017

MINIMALISMO: 5 IDEE PER DISINTOSSICARSI DA QUESTA VITA CHE VUOLE SEMPRE DI PIÙ


Minimalismo, la scelta di vivere una vita semplificando la quotidianità.


Ogni volta che si avvicina il Natale, la fine di un anno, arrivano i propositi.
Quest'anno non comprerò cose inutili... e poi puntualmente ci ritroviamo gli ultimi giorni a vagare nei corridoi dello shopping, senza un come ed un perchè, ritrovandoci in mano mille e più gadget inutili.
Questi 5 punti potranno essere utili da subito, mettendoli in pratica per lo shopping di Natale, e come ottimo proposito del nuovo anno.



Non saziare più un impulso passeggero
Una volta convinti dei benefici del minimalismo,  ciò da cui è essenziale liberarci è quel desiderio costante di avere sempre di più. Siamo così abituati ad avere ciò che vogliamo così velocemente, che crediamo sia giusto comprare immediatamente ciò che si vuole, e portarlo a casa. Nessuna vera domanda sul bisogno fondamentale che quell' oggetto soddisfa nella nostra vita. Saziamo un impulso passeggero. 

L' acquisto  è buono per il momento, e siamo felici.
Il problema è che una settimana dopo, nella maggior parte delle volte, l'oggetto in questione è ancora nella sua confezione, perché non abbiamo avuto il tempo di affrontarlo, perché, alla fine, abbiamo avuto cose migliori da fare. Si ritrova così, rapidamente, insieme a molti altri oggetti dello stesso genere: cose acquistate per un capriccio o ricevute come regali, gadget che non soddisfano un bisogno reale, ma che si è voluto con noi per soddisfare il nostro bisogno di acquisirlo.

Cosa fare per disintossicarsi da questo desiderio di avere sempre di più? Da questo automatismo?

Ecco alcune idee da ricordare, proposte da Mino, per porre fine a questo desiderio. Scegli  ciò che sta parlando di te:

# 1 - Non fare dello shopping un hobby

È forse il caso più comune, pensare e vivere lo shopping come un hobby. Un' occasione per divertirsi. L'oggetto acquistato in questione diviene il piccolo trofeo , una ricompensa per la mezza giornata trascorsa a percorrere i corridoi dei negozi. Se vuoi smettere di comprare qualcosa, non andare a fare shopping finché non ti manca davvero qualcosa. Quando si va a fare shopping senza avere bisogno di qualcosa , si portano molte più cose a casa. Funziona come fare la spesa al supermercato. Quando si esce a comprare qualcosa di specifico, si torna, molto spesso, solo con quella cosa per cui si è usciti.

# 2 - Pensa a tutto ciò che hai già a casa

Se hai voglia di acquistare un piccolo gadget, ricorda tutti i gadget che hai già a casa. Vuoi davvero aggiungerne un altro? Tutti questi oggetti che hai, sono il risultato di molti anni di accumulo. Se sei convinto che il minimalismo può renderti la vita più leggera, più libera e più Zen di quanto vuoi, ferma oggi questo flusso di oggetti in arrivo.

# 3 - Pensa a dove lo metterai via 

Questo pensiero può sembrare inutile, in realtà se lo applichi frenerà molto la compulsione d'acquisto. Quando compri un oggetto chiediti dove andrà messo. Di solito ci sono 3 possibilità:
  • abbiamo spazio per sistemarlo, in tal caso chiediamoci se vogliamo davvero "ingombrare" quel bellissimo spazio vuoto con questo nuovo oggetto 
  • non abbiamo lo spazio, e ci si rende conto che questo oggetto non è così essenziale 
  • non abbiamo lo spazio, e decidiamo di metterlo al posto di un altro oggetto che uscirà di casa.

In ogni caso , questo ci farà pensare un po' di più, prima del nostro atto di acquisto.

# 4 - Ti ricordi le tue ultime giornate di decluttering e smistamento?


Difficile, non è vero? Tutto quel tempo, e talvolta fatica persa nel decidere se volevamo o meno tenere un oggetto con noi. Tutti quei minuti preziosi per decidere sul destino di quei piccoli oggetti acquisiti. Che lavoro! Ti tenta ancora? Davvero? L'acquisto è un atto così semplice al momento. Ma questo oggetto a cui è stato permesso di entrare nelle nostre vite, senza averne realmente bisogno ci porterà più lavoro di questo semplice acquisto.


# 5 - Chiediti il ​​vero valore dell'oggetto, nella tua vita 

Quest'ultima idea è quella di "The Minimalists". Per ogni oggetto della tua casa, e prima di ogni acquisto, poniti la domanda se questo oggetto apporta davvero un valore aggiunto nella tua vita. Ti sentiresti "incompleto" se non lo avessi? È possibile cavarsela senza?

Ti renderai presto conto che alcuni oggetti non riempiono affatto la tua vita, a parte lo spazio che occupano e ingombrano. Sono lì da così tanto tempo che è difficile sbarazzarsene, ma in realtà, cosa ci apportano, oltre alla loro presenza? E abbiamo veramente bisogno di questa presenza? (Ricorda, comunque, sono solo oggetti). Quindi, vuoi ancora avere più cose a casa?

Molte idee sono prese dal libro Everything that remains : A memoir by The Minimalists. Purtroppo non esiste ancora una versione in italiano, ma per chi si sa sbrogliare un poco con l'inglese, è una lettura che consigliamo. (leggi l'estratto). Qui dove acquistarlo.

Il minimalismo è molto più di una semplice moda. Se lo sappiamo cogliere, racchiude una profondo filosofia di vita. Il minimalismo può essere lo stimolo per toglierci dalle spalle il peso della società, che impone di sottovalutare la nostra libertà, intrappolandoci nel giogo del tempo.
Se volete iniziare ma non sapete come fare, oltre a seguire i primi passi di decluttering di easyhome360 , potete leggere 96 lezioni di felicità Marie Kondo e magari cogliere qualche spunto per rimodellare il vostro senso dell'utile. Ogni lettura può essere motivo d'ispirazione... Niente va preso alla lettera, ma tutto modellato secondo il proprio essere e consapevolezza.






Fonte d'ispirazione principale
http://www.mamanminimaliste.fr



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...